Papa ‘collezionista’, un anno di maglie: da Totti a Buffon passando per Zanetti e molti altri

di finconsadmin

Per la prima Pasqua di Papa Francesco lo scorso anno sono arrivati a Roma, in piazza San Pietro, circa 250mila fedeli. Il Pontefice dopo la benedizione Urbi et Orbi, e’ sceso fra le gente e alcuni fedeli argentini gli hanno regalato una maglia del San Lorenzo con il suo nome inciso sulle spalle. Il Papa, che ha professato piu’ volte il tifo per la formazione di Buenos Aires, l’ha sventolata con orgoglio prima di conservarla. E’ stata probabilmente la prima maglia ricevuta da Papa Bergoglio, che ne ha collezionate diverse nel corso del suo primo anno di pontificato. Lo stesso San Lorenzo de Almagro, non ha voluto mancare questo appuntamento ed ha omaggiato il Pontefice con una maglia celebrativa del match di campionato con il Colon di Santa Fe’. Sulla divisa la scritta “Papa Francisco. Preghiamo per te, prega per noi”. Dall’Argentina alla Spagna con il capo del governo di Madrid, Mariano Rajoy, che ha regalato a Papa Francesco una maglia della Nazionale spagnola firmata da tutti i giocatori.

 

Inoltre al termine di una Udienza Generale, e’ stata consegnata la maglietta azulgrana numero 10 del Barcellona, autografata dal calciatore argentino Lionel Messi e con la dedica “con mucho carino”. La maglietta e’ stata portata al Pontefice da monsignor Miguel Delgado Galindo, sottosegretario del Pontificio Consiglio dei Laici, originario di Barcellona. Dalla Spagna al Brasile, con l’ex numero 10 dell’Udinese, Zico che ha portato a Bergoglio la maglia del Flamengo. Ma c’e’ stata anche qualche sorpresa. Sembra non fosse originale, ne’ ufficiale la maglia della Nazionale del Brasile donata dalla presidente, Dilma Rousseff, durante una visita privata in Vaticano. La maglia numero 10, firmata da Pele’, era dell’antica Federcalcio brasiliana, oggi disponibile solo fra i venditori ambulanti. E anche il pallone ricevuto da Bergoglio, a firma di Ronaldo, non era il vero Brazuca, modello scelto per i prossimi Mondiali di calcio. Non potevano mancare, nella collezione del Papa argentino, le maglie dei club italiani. Dalla maglietta della Juventus donata da Gigi Buffon, ricevuto con una delegazione della squadra bianconera campione d’Italia, a quella numero 10 dell’argentino, sempre della Juve, Carlos Tevez, ricevuto in visita privata con la famiglia.

 

Protagoniste anche le squadre della capitale, Roma e Lazio con Francesco Totti e Luis Saha e i presidenti James Pallotta e Claudio Lotito, hanno consegnato al Papa la maglia giallorossa e biancoceleste con il numero 1, con lo statunitense Pallotta che ha regalato al pontefice anche la maglia da basket dei Boston Celtics. Tra le altre maglie ‘collezionate’ da Bergoglio, spiccano quella del capitano dell’Inter, l’argentino Javier Zanetti, quella con dedica di Gonzalo Rodriguez, difensore argentino della Fiorentina e anche la casacca del Torino. Merito di Miguel Duval, amico della sorella di Papa Francesco con una ristretta delegazione del Museo della Grande Torino e della Leggenda granata ha consegnato un gagliardetto del museo stesso, da lui poi benedetto, una maglietta “personalizzata” e il libro Eterna Leggenda. Anche il Parma e l’Atalanta hanno regalato le proprie maglie al Pontefice. Ma non solo club di Serie A, al Papa sono state ‘consegnate’ anche le maglie del Lecce, dell’Ischia e della Pro Patria, in una sorta di ‘Par condicio’ calcistica.

 

(Adnkronos)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy