Oriundi in nazionale: il Brasile corre ai ripari

Ely, 21 anni, e Maicon, 22, nati in Brasile ma con doppia nazionalità, sono stati identificati dalla Federcalcio brasiliana per cercare di fermare l’esodo di talenti verso altre nazionali

di Redazione, @forzaroma

Rodrigo Ely e Maicon hanno rinunciato alla maglia azzurra per giurare fedeltà a quella del Brasile. Come riporta l’adnkronosEly, 21 anni, e Maicon, 22, nati in Brasile ma con doppia nazionalità, sono stati identificati dalla Federcalcio brasiliana per cercare di fermare l’esodo di talenti verso altre nazionali. Ely, difensore centrale dell’Avellino è stato chiamato per il Brasile lo scorso novembre, due anni dopo aver rappresentato l’under 20 italiana. Queste le parole di Ely al quotidiano Folha de S.Paulo“Ho giocato per l’Italia, ma quando sono stato chiamato per la squadra olimpica brasiliana il mio cuore ha battuto più forte”.   Il terzino destro Maicon, selezionato per l’under 23 del Brasile dal tecnico Alexandre Gallo, lo scorso novembre, gioca nel Livorno ed ha detto di aver declinato numerosi inviti a giocare per gli azzurri. Sia Ely che Maicon hanno vissuto in Italia dall’età di 15 anni. Tra i giocatori nati in Brasile che hanno cambiato maglia della nazionale, avendo la doppia cittadinanza, ci sono giocatori del calibro di Diego Costa (Spagna), Thiago Alcantara (Spagna), Pepe (Portogallo), Thiago Motta (Italia) e Rodrigo (Spagna). Sabato il tecnico Gallo ha chiamato il centrocampista del Manchester United, nato in Belgio, Andreas Pereira, per un torneo di preparazione alla Coppa del Mondo Under 20, in programma in Austria il mese prossimo. Il 19enne giocatore, i cui genitori sono entrambi brasiliani, ha rappresentato il Belgio nell’under 15, under 16 e under 17.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy