Nicchi: “Aia merita posto nel Consiglio, riforma dello Statuto è stata intelligente”

di Redazione, @forzaroma

“E’ una riforma intelligente fatta da persone intelligenti”. Marcello Nicchi, presidente dell’Associazione italiana arbitri (Aia), commenta cosi’ il lavoro svolto dal commissario ad acta Giulio Napolitano, che ha riscritto lo statuto della Figc e ridotto il numero dei consiglieri federali, mantenendo pero’ un posto per la componente arbitrale. “E’ stata trovata la soluzione migliore e sono contento per l’Aia che merita questo riconoscimento. Ora bisogna continuare a lavorare per dare qualita’ alla federazione e noi saremo in prima linea da questo punto di vista”, dice Nicchi a margine della presentazione del bilancio sociale della Figc.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy