Nazionale, l’Italia non sarà testa di serie ai Mondiali 2018 in Russia

Il ct azzurro non è preoccupato per la perdita del posto di testa di serie alle qualificazioni del Mondiale in Russia 2018 e afferma dopo il triplice fischio: “Dobbiamo crescere, certe sconfitte a volte sono salutari”

di Redazione, @forzaroma

Nonostante fosse soltanto un’amichevole, l’Italia adesso ha un motivo in più per non essere soddisfatta del risultato finale contro il Portogallo. Infatti, è una sconfitta amara quella contro i lusitani per la Nazionale: l’Italia non sarà testa di serie nei prossimi Mondiali 2018.

Antonio Conte ha commentato così ai microfoni di Sky nel post partita:Queste partite sono importanti, perché aiutano a crescere e a capire tante cose. Non sono per niente deluso. In questo momento non possiamo guardare avanti o indietro, queste partite servono a far fare esperienza a questi ragazzi, sono test importanti. Sappiamo che dobbiamo crescere, certe sconfitte a volte sono salutari. Non so perché l’Italia è alle spalle di certe nazioni, non so queste cose a proposito del concreto rischio che l’Italia non sia testa di serie nei gironi di qualificazione al Mondiale. Evidentemente è frutto delle precedenti gestioni. Noi abbiamo lavorato, c’è tanto da lavorare anche perché è in atto un ricambio generazionale e queste partite servono per crescere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy