Moggi: “Mi rivolgerò alla Corte europea dei diritti dell’uomo per cancellare anche la radiazione sportiva”

L’ex dirigente bianconero non considera chiusa la vicenda processuale di Calciopoli dopo il verdetto della Cassazione

di Redazione, @forzaroma

«Il prossimo passo? La mia battaglia va avanti, mi rivolgerò alla Corte europea dei diritti dell’uomo per cancellare anche la radiazione sportiva e tornare nel mondo del calcio». Luciano Moggi non considera chiusa la vicenda processuale di Calciopoli dopo il verdetto della Cassazione.

 

È stata prescritta l’associazione a delinquere contestata all’ex dg della Juventus e all’ex a.d. bianconero Antonio Giraudo. «Sono stati assolti due arbitri coinvolti in frode sportiva (Dattilo e Bertini, ndr) quindi non è vero che la Cassazione non ha assolto», afferma Moggi a Radio Crc. «Gli interessi personali non c’erano e poi la frode sportiva e l’associazione a delinquere da solo non avrei potuto farla. Ci ho sempre messo la faccia perché non temo nessuno», aggiunge.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy