Milan, Fassone e i cinesi revocati dal CdA. Scaroni nuovo presidente

L’a.d., Li Yonghong e gli altri amministratori cinesi sono stati revocati “per giusta causa” per volontà della nuova proprietà, il fondo Elliott

di Redazione, @forzaroma

All’indomani della decisione del Tas e delle perquisizioni a casa Milan, finisce l’era della proprietà cinese dei rossoneri. L’assemblea dei soci ha certificato la nuova proprietà del fondo Elliot come titolare della gestione della squadra rossonera, riporta “La Stampa“.

Paolo Scaroni, ex ad di Eni, vice presidente di Rothschild, è stato nominato presidente e amministratore delegato ad interim: “Un grande onore, tenuto conto che da sempre sono un tifoso milanista”. Marco Fassone, Li Yonghong e gli altri amministratori cinesi in carica al Milan nell’ultimo anno, sono stati revocati “per giusta causa” per volontà della nuova proprietà, Elliott, che controlla il Milan attraverso Rossoneri Sport Investment Lux. L’assemblea ha approvato la delibera a maggioranza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy