Lotito: “Sono presente come consigliere federale. Mi attaccano perché voglio cambiare il sistema”

Claudio Lotito torna a parlare rispondendo alle critiche ricevute in questi giorni sulla sua presenza al seguito della nazionale

di finconsadmin

“La polemica nei miei confronti nasce da una valutazione errata, perché io sono presente come consigliere federale delle FIGC e non come presidente della LazioIo sono stato eletto con 19 voti su 20 ed è un risultato eccezionale, così come essere stato eletto all’unanimità nel comitato per le riforme. Noi siamo per la politica del fare e non del proclamare e venerdì nel prossimo vedrete le proposte funzionali e condivise che presenteremo”

Su Conte: “Io non entro nella sfera tecnica, ma ho stima e considerazione per un grande professionista, carismatico, un grande motivatore, una persona che farà molto bene”. Quando gli viene chiesto da dove seguirà la partita dell’Italia ad Oslo, contro la Norvegia, risponde: “Vedrò la partita accanto a Tavecchio, in tribuna. Se poi vado in altri posti è per poter parlare di problemi legati alle riforme da attuare”.

Infine, quando gli viene chiesto chi paga la sua trasferta, dice: “La mia trasferta ha un ruolo istituzionale, come quella di altri componenti, come il segretario dell’Aic. Il mio ruolo non è quello di assistere alla partita ma di produrre una condivisione per il cambiamento”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy