Liga, Real Madrid-Barcellona 0-4: monologo blaugrana al Bernabeu. Blancos dominati e affondati

Liga, Real Madrid-Barcellona 0-4: monologo blaugrana al Bernabeu. Blancos dominati e affondati

Il Barcellona domina il “clasico” ed affonda il Real al Bernabeu.

di Piernunzio Pennisi, @ppen85

Il Barcellona ha sbancato il Bernabeu e si è aggiudicato il primo clasico di questa stagione annichilendo il Real Madrid con un sonante 4-0. La superiorità dei catalani è stata evidente per tutta la partita e il risultato avrebbe potuto essere anche più pesante per i blancos. In avvio di primo tempo, nonostante l’undici a trazione decisamente anteriore,  il Real è partito con un atteggiamento piuttosto attendista, aspettando il Barcellona nella propria metà campo. Al 10’ minuto una splendida azione corale dei blaugrana, rifinita magistralmente da Sergi Roberto, ha permesso a Suarez di liberarsi in area: il pistolero non si è fatto sfuggire l’occasione ed ha freddato Navas con una violenta conclusione rasoterra d’esterno. Incassato l’1-0 i padroni di casa hanno provato a reagire ma la partita è rimasta saldamente nelle mani del Barça che ha continuato a pressare con intensità e a rendersi pericoloso, ispirato dalla sontuosa regia di Iniesta. Al 39’ i catalani hanno trovato nuovamente la via del gol con Neymar, che, pescato magistralmente da Iniesta in area di rigore, si è presentato a tu per tu con Navas e lo battuto con un preciso rasoterra. Sul finale di tempo con la forza dell’orgoglio il Real si è riversato nella metacampo avversaria, ma il lento palleggio degli uomini di Benitez non ha mai dato l’impressione di poter creare seri pericoli alla porta di Claudio Bravo. Al contrario il Barcellona, galvanizzato dal doppio vantaggio e agevolato dalla scarsa attitudine al contenimento dei centrocampisti madrileni, ha avuto la possibilità di chiudere i conti prima del riposo con una conclusione ravvicinata di Suarez, respinta provvidenzialmente sulla linea da Marcelo.

In avvio di ripresa i padroni di casa si sono presentati in campo con un piglio decisamente diverso e nel giro di tre minuti hanno fatto prendere due spaventi alla retroguardia blaugrana: al 47’con un’azione personale di Marcelo che ha calciato sull’esterno della rete e al 48’ con una grande conclusione angolata di James Rodriguez che ha costretto Bravo a respingere in tuffo. Ma proprio nel momento migliore del Real il Barcellona ha colpito nuovamente: Iniesta, liberato da uno splendido tacco di Neymar, ha coronato una prestazione straordinaria firmando il terzo gol con una conclusione violenta dal limite dell’area. Sul 3-0 Luis Enrique ha deciso di concedere a Messi una passerella utile a mettere minuti nelle gambe. Ferito nell’orgoglio il Real ha provato a portarsi in avanti, ma i propositi dei blancos hanno sempre dovuto fare i conti con la pericolosità del Barça e con la paura di incassare altri gol davanti al proprio pubblico. Lo spettro della goleada è diventato realtà al 74’, quando Suarez si è presentato a tu per tu con Navas ed ha infilato la quarta rete. Nel finale i blaugrana hanno avuto diverse occasioni per coronare la loro straordinaria prestazione con la “manita“, ma gli attaccanti catalani hanno graziato il Real, evitandogli un’umiliazione ancor più cocente.

Con questo risultato il Barcellona consolida il primato e, soprattutto, infligge agli avversari una sconfitta destinata a creare polemiche e incendiare l’ambiente. L’impressionante dimostrazione di forza offerta dagli uomini di Luis Enrique scava un solco importante tra le due squadre, che sembra molto difficile da colmare. Benitez è destinato a finire sul banco degli imputati per la disfatta a cui il Bernabeu ha dovuto assistere: i blancos più che una squadra sono sembrati un gruppo di solisti troppo sbilanciato in avanti e con dei meccanismi difensivi assolutamente insufficienti per resistere alla forza d’urto dell’attacco blaugrana. La stagione è ancora lunga ma il tecnico spagnolo ha molto da lavorare per trovare la formula giusta per dare equilibrio e gioco a questo Real.

TABELLINO

Real Madrid-Barcellona 0-4

Real Madrid (4-2-3-1): Navas; Danilo, Varane, Ramos, Marcelo (59’Carvajal); Modric, Kroos; C.Ronaldo, J.Rodriguez(55’Isco), Bale; Benzema.
A disposizione: Kiko Casilla, Pepe, Casemiro, Kovacic, Jese.
Allenatore: Benitez

Barcellona (4-3-3): Bravo; Alves, Piquè, Macherano (27’Mathieu), Alba; Rakitic (57’Messi), Busquets, Iniesta(77’Munir); Sergi Roberto, Suarez, Neymar.
A disposizione: ter Stegen, Sandro Ramirez, Adriano, Vermaelen.
Allenatore: Luis Enrique

Arbitro: Borbalan
Marcatori: 10’Suarez, 39’Neymar, 53’Iniesta, 74’ Suarez,
NOTE Ammoniti:
22’ J.Rodriguez, 30’ Alves, 51’Ramos, 83′ Carvajal, 92′ Busquets.
Espulsi: 84′ Isco

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy