Leicester, confermata la morte del presidente. E il pilota salva-vite è già un eroe – FOTO – VIDEO

Leicester, confermata la morte del presidente. E il pilota salva-vite è già un eroe – FOTO – VIDEO

Vichai Srivaddhanaprabha vittima dell’incidente con il proprio elicottero fuori il King Power Stadium. Morti anche gli altri quattro passeggeri. Il pilota salva i civili controllando la caduta fino al parcheggio

di Redazione, @forzaroma

L’elicottero del presidente del Leicester City Football Club (club della Premier League inglese), Vichai Srivaddhanaprabha, si è schiantato ieri sera all’esterno del King Power Stadium e ha preso fuoco. Il proprietario, il figlio Aiyawatt e altre tre persone erano a bordo dell’elicottero. È lo stesso club a confermarne la morte in un post.

Secondo alcuni testimoni l’elicottero si è schiantato subito dopo il decollo, nel parcheggio dello stadio, circa mezz’ora dopo la fine del mach contro il West Ham terminato 1-1. La zona è stata è stata chiusa, mentre lo stadio è stato evacuato.

Sembra che il velivolo abbia avuto un problema al motore che si sarebbe fermato avvitandosi su se stesso prima di schiantarsi al suolo con un forte boato, il velivolo ha quindi subito preso fuoco e le immagini con le fiamme alle spalle dello stadio hanno fatto immediatamente il giro del web.

Il tailandese Srivaddhanaprabha (ma il cognome originale era Raksriakson, quello nuovo significa “Luce della gloria progressiva”), proprietario della squadra dal 2010 (la acquistò per 39 milioni di sterline), normalmente rientra a Londra dopo le partite partendo direttamente dal campo della sua squadra. Quinto uomo più ricco di Thailandia, controlla un patrimonio personale da 4,9 miliardi di dollari.
Il Leicester, guidato dal tecnico italiano Claudio Ranieri, è stato campione della Premier League nel 2016 con una cavalcata entrata di diritto nella storia dello sport.

LIVE

Ore 23.15 – Il cameraman di Sky Sports Dan Cox racconta come secondo lui il pilota dell’elicottero abbia salvato altre vite riuscendo a non precipitare in un’area dove poteva colpire altri spettatori che lasciavano lo stadio: Non so come sia riuscito a farlo – le parole raccolte dal Sun -,  ma mi è sembrato sia riuscito a rallentare la rotazione, spostandosi in un’area del parcheggio. È stato un eroe”

Ore 23.00 – Comunicazione del Leicester, che ufficializza la morte del presidente e degli altri quattro presenti sull’elicottero.

Ore 10.50 – Oltre al presidente del club, arrivano conferme sulla presenza di altre quattro persone a bordo al momento dello schianto.

Ore 10.00 – Le forze di polizia di Leicester sono al lavoro per capire la dinamica dell’incidente.

Ore 9.00 – Attese comunicazioni ufficiali da parte del club, preannunciate ieri sera in un tweet.

Ore 7.30 – Sarebbero morti il presidente Vichai Srivaddhanaprabha, il figlio e vicepresidente Aiyawatt (inizialmente non ritenuto coinvolto) e i due piloti che erano a bordo dell’aereo. Lo riporta gazzetta.it.

Ore 23.17 – La Roma sul suo account Twitter dedica un pensiero a chi è stato colpito dalla tragedia: “Ci uniamo alla comunità del calcio nel mandare i nostri pensieri e preghiere a tutti coloro che sono stati colpiti stasera dalla terribile tragedia a Leicester City”.

Ore 23.30 – Kasper Schmeichel, il portiere di Leicester, è stato visto in lacrime fuori dallo stadio, mentre quando ancora non si sapeva con certezza l’entità della tragedia Jamie Vardy, Harry Maguire e Ndidi Wilfred hanno affidato a Twitter le loro preghiere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy