La Sambenedettese sogna De Rossi in panchina. Il presidente: “Gli piace la tifoseria”

L’ex capitano della Roma una speranza di Serafino, nel caso in cui Montero non resti tecnico dei rossoblù

di Redazione, @forzaroma

“Mi ritiro, torno in Italia. Voglio fare l’allenatore”, le intenzioni di Daniele De Rossi, una volta abbandonato il Boca Juniors e il calcio giocato, sono state chiare fin da subito. Le pretendenti che consegnerebbero la panchina della loro squadra all’ex capitano della Roma, poi, non mancano. Tra queste c’è la Sambenedettese del neopresidente Domenico Serafino. Il nuovo patron della squadra di Serie C ha dichiarato: “Daniele mi ha confidato che la tifoseria della Sambenedettese gli piace molto”. Serafino ha poi aggiunto che, nel caso in cui Montero non rimanesse sulla panchina per la prossima stagione, il suo sogno sarebbe proprio Daniele De Rossi. Speranze che comunque difficilmente potranno diventare realtà, come riporta TuttoSamb.it.

In ottica Roma, invece, la speranza dei tifosi è sempre quella di poter riabbracciare, un giorno, un De Rossi con la divisa (molto più formale) da allenatore: entusiasmo però prontamente spento proprio dall’ex numero 16. “Prima devo fare un percorso – aveva dichiarato ad aprile De Rossi ai microfoni di Sky -. Mi piacerebbe sedermi sulla panchina della Roma, ma non ho fretta. Penso, presumo e spero che un giorno succederà, ma dovrà succedere perché sono diventato bravo e non perché sono stato un calciatore importante di questa squadra“. Un percorso di crescita che sarebbe potuto iniziare con la Primavera: papà Alberto gli avrebbe passato volentieri il testimone per farlo sedere sulla sua panchina. Nonostante ancora manchi l’ufficialità, però, l’attuale tecnico dei giovani della Roma molto probabilmente dovrà ritardare di un anno la consegna dell’eredità al figlio, contemporaneamente al suo upgrade per un posto nella dirigenza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy