Inter, Boninsegna: “Ieri sera sembrava di stare su Scherzi a parte”

di finconsadmin

«A vedere l’Inter prendere il secondo e terzo gol ieri sera, sembrava di essere su ‘Scherzi a parte’». Lo ha detto l’ex attaccante di Inter e Juventus, Roberto Boninsegna a Radio anch’io Sport. «Ieri sera ho visto una Juve fortissima anche se ha trovato un Inter allo sbando totale -ha sottolineato Boninsegna- tatticamente c’è una confusione enorme e c’è anche a livello societario. Quello che è successo la settimana scorsa con lo scambio Vucinic-Guarin e il fatto che la curva si sia anteposta a Branca e Fassone la dice lunga… c’è un vuoto di potere».

 

 

L’ex centravanti della Nazionale ha poi coinvolto il tecnico Mazzarri nelle difficoltà: «La classifica parla chiaro. Parlar male dell’Inter è come sparare sulla croce rossa e quando le cose vanno male la colpa è dell’allenatore: gioca a una punta ma una squadra come l’Inter deve imporsi non può giocare con una punta, ha messo Milito sul 3-0 quando ormai era tardi; va coinvolto in questo disastro, anche se parlare di esonero è prematuro».

 

Boninsegna ha poi affermato che l’Inter va notevolmente rinforzata se non rifondata: «Bisogna rinforzare la difesa e recuperare Ranocchia, visto quello che hanno combinato Juan Jesus e Nagatomo ieri, poi serve un regista in mezzo e anche una punta ma bisogna partire dal reparto arretrato. Comunque il mercato si è chiuso, sono consigli validi ormai per giugno. Purtroppo sono anni tremendi per i tifosi compreso il sottoscritto, è un campionato difficile e sarà complicato anche centrare un posto in Europa League».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy