Gravina: “Il protocollo del CTS è valido, abbiamo chiesto alcuni accorgimenti per attualizzarlo”

La FIGC vorrebbe utilizzare il test antigenico: si attende l’ok del Comitato Tecnico Scientifico

di Redazione, @forzaroma

Il Protocollo validato dal CTS ha dimostrato tutta la sua validità, abbiamo chiesto alcuni piccoli aggiustamenti per attualizzarlo, ma la sua efficacia passa dalla necessaria applicazione rigorosa“, queste le parole del presidente Garbiele Gravina, riportate nel comunicato pubblicato poco fa dalla FIGC. Che, come riportato dall’Ansa, ha chiesto al Dipartimento dello Sport la possibilità di utilizzare il test antigenico, per rendere ancora più efficace il controllo del gruppo squadra in prossimità dei match da disputare.

L’ipotesi rappresentata dal tampone rapido gira già da qualche settimana tra le possibili risposte al caos generato dai diversi contagi: a fine settembre, per esempio, il direttore scientifico della SIMIT (Società Italiana Malattie infettive e tropicali) Francesco Andreoni aveva sottolineato l’importanza dei test antigenici, che avrebbero dato un risultato attendibile in circa venti minuti. L’ok dovrà darlo il Comitato tecnico scientifico.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy