FIGC, stop all’attività sportiva fino al 14 giugno

FIGC, stop all’attività sportiva fino al 14 giugno

La federazione adotta l’ultimo Dpcm, ma spera di non dover partire il 20 giugno per non restringere ulteriormente gli spazi

di Redazione, @forzaroma
figc como positivo coronavirus

Tutto fermo fino al 14 giugno come da Dpcm: la Serie A per il momento non riparte. Con un comunicato ufficiale, la FIGC ha confermato lo stop al calcio fino al 14 giugno. La Federcalcio quindi adotta il provvedimento che vieta eventi sportivi, anche a porte chiuse. Come riporta La Gazzetta dello Sport, la speranza però è che si possa rivedere la data e anticipare la riapertura guardando alla data del 13 giugno scelta dalla Lega di Serie A per la possibile ripartenza del campionato. Intanto si attende la decisione del Comitato tecnico-scientifico sulle linee guida per gli allenamenti collettivi. La task force dei 20 scienziati è ancora riunita. Non sarebbe stato ancora preso in esame il nuovo protocollo senza ritiro blindato. Si attende invece il via libera per ampliare leggermente le prerogative degli allenamenti con il passaggio da “individuali” a “collettivi”, con la possibilità di esercizi di gruppo con il pallone, sempre rispettando il distanziamento minimo di 2 metri fra i calciatori. Questa la nota federale:

La FIGC, preso atto delle determinazioni assunte nel DPCM del 17 maggio recante “misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale” e preso atto della sospensione sino al 14 giugno 2020 degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati, di cui al citato Decreto, nelle more di ogni ulteriore e auspicabile decisione della autorità competenti a riguardo, ha prorogato la sospensione dell’attività sportiva fino al 14 giugno 2020“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy