Covid-19, Figc: stop ai campionati giovanili dal 31 ottobre al 24 novembre

Il comunicato ufficiale della federazione che sospende le competizioni in tutta Italia

di Redazione, @forzaroma
figc como positivo coronavirus

Dopo le recenti restrizioni del governo emanate dall’ultimo Dpcm, atte a contenere la curva del contagio in Italia, anche il mondo del calcio prende provvedimenti. La Figc ha deciso di sospendere ufficialmente tutti i campionati giovanili a partire dal 31 ottobre e fino al 24 novembre. Qui di seguito il comunicato della ufficiale della federazione:

“Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre 2020; considerate le attuali condizioni di incertezza conseguenti all’emergenza epidemiologica da Covid-19 e l’incremento del numero di contagi anche tra i tesserati del Settore Giovanile e Scolastico; considerato che un numero rilevante di società è stato costretto ad interrompere la propria attività di allenamento settimanale a causa dei contagi tra tesserati, vietando altresì l’accesso ai propri impianti sportivi per evitare il rischio di contagio e trovandosi conseguentemente nelle condizioni di non poter disputare le gare di Campionato come
fissato dal calendario ordinario; ritenuto necessario, al fine di assicurare la tutela della salute di tutti i tesserati impegnati nei Campionati Giovanili Nazionali organizzati dal Settore Giovanile e Scolastico, sospendere tali campionati per tutto il periodo di vigenza del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre 2020; tutto ciò premesso, sentiti i Vice Presidenti. Si dispone la sospensione delle gare in programma dal 31 ottobre p.v. al 24 novembre p.v. dei Campionati Nazionali Under 18, Under 17, Under 16 e Under 15 riservati alle società di Serie A e B, Under 17, Under 16 e Under 15 riservati alle società di Serie C, Under 17 e Under 15 Femminile, Under 14 Pro e Under 13 Pro, confermando nel contempo la possibilità per le società di effettuare, ove consentito, le sedute di allenamento nel rispetto delle indicazioni previste dai protocolli federali vigenti.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy