Coronavirus, sequestrate a Ciampino mascherine con i loghi delle squadre di Serie A

Sono 17 in totale le persone denunciate alle Procure della Repubblica di Roma e Velletri, responsabili di frode in commercio, manovre speculative su merci e detenzione per la vendita di capi con marchi contraffatti e ricettazione

di Redazione, @forzaroma

Sono oltre 130mila le mascherine protettive monouso (non conformi alle normative), sequestrate dalla Guardia di Finanza in un magazzino del Prenestino, a Roma. Secondo quanto riportato da “Il Fatto Quootidiano”, gli articoli erano di proprietà di una società riconducibile a un cittadino cinese, sorpreso con le mani nel sacco mentre riproduceva false etichette con il marchio “CE”. Non è tutto: altri 10mila prodotti (tra cui gel igienizzanti e guanti di protezione) sono stati sequestrati in altri 16 esercizi commerciali sparsi nei quartieri della capitale, dal Tuscolano alla Bufalotta.

In una rivendita di Ciampino, inoltre, le Fiamme gialle di Frascati hanno scoperto una rivendita di mascherine in stoffa, sprovviste del marchio CE, che riproduceva illeggittimamente colori e loghi delle squadre di Serie A. Sono 17 in totale le persone denunciate alle Procure della Repubblica di Roma e Velletri, responsabili di frode in commercio, manovre speculative su merci e detenzione per la vendita di capi con marchi contraffatti e ricettazione. A 9 imprese è stata contestata l’inosservanza dell’obbligo di chiusura.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy