Coronavirus, Malagò: “Lo sport si deve fermare nelle zone a rischio”

Coronavirus, Malagò: “Lo sport si deve fermare nelle zone a rischio”

Il presidente del Coni: “Se ci sono autorità governative e rappresentanze locali che faranno ordinanze per la sicurezza dei cittadini, lo sport si deve immediatamente adeguare”

di Redazione, @forzaroma

L’Italia, dopo Germania, Francia e Gran Bretagna, è il quarto paese sul territorio europeo ad avere una trasmissione locale del Coronavirus. Giovanni Malagò, a margine dell’evento “Benvenuto Brunello” a Montalcino in provincia di Siena, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport sull’emergenza di questa epidemia. Ecco le parole del presidente del Coni:

Sono in contatto con le autorità che hanno la responsabilità, il diritto e dovere di prendere iniziative e precauzioni. Se ci sono autorità governative e rappresentanze locali che faranno ordinanze per la sicurezza dei cittadini, lo sport si deve immediatamente adeguare. Se c’è una manifestazione dove si verifica uno di questi casi, lì lo sport si deve fermare“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy