Conte: “Un domani quello che oggi è toccato a me potrebbe toccare anche ai miei colleghi”

di Redazione, @forzaroma

“Ho paura, voglio avere una telecamerina per controllare i miei spostamenti, altrimenti se mandero’ un calciatore in tribuna chissa’ cosa potrebbe succedere E dico ai miei colleghi ed ai calciatori ‘oggi e’ successo a me, domani puo’ accadere a voi. Non mettete la testa sotto la sabbia, aprite gli occhi'”. Lo ha detto Antonio Conte nel corso della conferenza stampa all’indomani della conferma dei 10 mesi di squalifica, ripercorrendo la sua storia nell’ambito del processo sul calcioscommesse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy