Conte: “Dal 18 maggio via libera per gli allenamenti collettivi” – VIDEO

Il premier: “Dal 4 maggio gli atleti che praticano attività sportive in modo singolo potranno tornare ad allenarsi nel rispetto delle norme del distanziamento”

di Redazione, @forzaroma

Giuseppe Conte, presidente del Consiglio, questa sera ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa per spiegare come affrontare l’emergenza Coronavirus durante la Fase 2, che prenderà il via da lunedì 4 maggio. Con il nuovo decreto sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Allo scopo di consentire la graduale ripresa delle attività sportive le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a porte chiuse, per gli atleti di discipline sportive individuali. Dal 18 maggio invece potranno ripartire gli allenamenti di squadra e collettivi. Quindi prima di questa data i calciatori non potranno recarsi nei rispettivi centri sportivi per iniziare la preparazione atletica in vista poi dell’eventuale ripresa del campionato.

FASE DUE –  “Grazie ai sacrifici fatti, stiamo riuscendo a contenere la diffusione della pandemia. Questo è un grande risultato, tutti da Nord a Sud hanno dimostrato forza, coraggio e senso di responsabilità. Ora inizierà per tutti la fase di convivenza con il virus. Dovremo essere consapevoli che in alcune aree del Paese c’è il rischio che la curva del contagio possa risalire, dobbiamo saperlo: sarà fondamentale il comportamento responsabile per ognuno di noi. Bisogna stare attenti anche ai familiari e ai parenti. Bisogna rispettare la distanza di almeno un metro, altrimenti la curva potrà andare fuori controllo e torneranno ad aumentare i morti, a quel punto avremmo danni irreversibili. Chi ama l’Italia mantenga le distanze“.

4 MAGGIO – “Premessa importante: tutto questo inizierà dal 4 maggio, così avrete i giorni giusti per impostare la mentalità giusta”.

MASCHERINE – “Ci sarà un forte impegno del Governo per non far avere sovrapprezzi sulle mascherine, da adesso in poi dovrebbero costare 0,50 centesimi le mascherine chirurgiche“.

MISURE ECONOMICHE – “L’Inps ha accolto tantissime domande e lo sforzo è stato straordinario. So che molti sono ancora insoddisfatti, mi scuso per i ritardi personalmente ma stiamo lavorando per aiutarvi più possibile, cassa integrazione compresa. Lo stesso numero di richieste era fatto in 5 anni, ora è stato trattato in due mesi“.

SPOSTAMENTI – “Gli spostamenti saranno validi all’interno della regione per motivi di salute, urgenza o necessità. Aggiungiamo anche la possibilità di spostamenti mirati alla visita di alcuni parenti, fatti nel rispetto delle distanze, con divieto di assembramento. All’esterno della propria regione invece soltanto in casi di comprovata necessità”.

ATTIVITA’ SPORTIVE – “Ci si potrà allontanare dalla propria abitazione ma soltanto rispettando la distanza di almeno 2 metri da una all’altra persona per attività sportiva. Per consentire una graduale ripresa delle attività sportive individuali, saranno consentite dal 4 maggio le sessioni di allenamento degli atleti ma nel rispetto delle norme di distanziamento sociale, a porte chiuse, senza alcun assembramento”.

ALLENAMENTI DI SQUADRA – “Gli allenamenti di squadra e collettivi possono ripartire dal 18 maggio. Io sono appassionato di calcio,che all’inizio vedeva come una cosa strana lo stop al campionato, ma ci siamo ritrovati in mezzo a questa crisi sanitaria, sociale ed economica. Tutti hanno compreso che non c’era una possibilità alternativa. Posso assicurarle che da domani il Ministro Spadafora lavorerà con gli esperti del Comitato Tecnico Scientifico e tutte le componenti del sistema calcio, al fine di trovare un percorso che abbiamo già in parte definito per quanto riguarda la ripresa degli allenamenti individuali, il 4 maggio, e in forma collettiva, il 18 maggio. Poi si valuterà se ci saranno le condizioni per terminare i campionati che sono stati sospesi, in questo momento dobbiamo completare tutte le riflessioni per avere un quadro generale. Sicuramente, se si riprenderà sarà in assoluta sicurezza per gli sportivi. Vogliamo bene ai nostri beniamini, e non vogliamo che loro per primi si ammalino“.

BAR E RISTORANTI – “Riprenderanno per bar e ristoranti le attività di asporto, si entrerà uno alla volta e non esisterà alcun assembramento. Non si potrà consumare il cibo davanti al posto di ristoro”.

AZIENDE – “Si dovranno rispettare tutte le regole di distanza sociale anche per le aziende: attenzione, recuperate il nuovo protocollo e iniziate a preparare tutto per il 4 maggio”.

PARRUCCHIERI – “Per parrucchieri e centri estetici, si andrà a inizio giugno“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy