Castellacci: “Inaccettabile l’avallo della Figc alla linea del governo. In B e C situazione drammatica”

Castellacci: “Inaccettabile l’avallo della Figc alla linea del governo. In B e C situazione drammatica”

L’ex responsabile sanitario della Nazionale: “Non è possibile che una federazione non si sia resa conto di quanto sia inammissibile una responsabilità unica per il medico del calcio”

di Redazione, @forzaroma

Enrico Castellacci torna a lanciare l’allarme. L’ex responsabile sanitario della Nazionale ha condiviso il suo pensiero, in profondo disaccordo con il CTS e il governo sulla responsabilità dei medici nei club e meravigliato dall’ok della Figc: “Essere responsabili di tutto è paradossale anche pensarlo. Assunzione di responsabilità sì, ma serve anche condivisione del rischio. Da Spadafora avrei preferito un’altra linea per riprendere il campionato, un pochettino più aperta”, ha detto a ‘Sportmediaset’. Sulla Federcalcio, invece, Castellacci spende parole dure: “Mi ha sorpreso ancora di più, non ho accettato che abbia immediatamente avallato l’input governativo. Non è ipotizzabile che una federazione non si sia resa conto di quanto sia inammissibile che ci sia una responsabilità unica nel medico del calcio e non ci sia una condivisione del rischio”. Infine, l’ex medico sociale dell’Italia campione del mondo nel 2006, ribadisce le difficoltà nelle serie inferiori: “Due terzi dei medici di Serie B hanno mandato le lettere di eventuali dimissioni e alcuni si sono già dimessi. In B e C le cose sono drammatiche”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy