Cassano: “Dopo morte di Morosini volevo mollare”

di Redazione, @forzaroma

«Dopo l’operazione al cuore c’era ottimismo, ma dopo aver visto morire improvvisamente in campo atleti come Bovolenta e Morosini volevo mollare». Sono le parole di Antonio Cassano al magazine Chi

in edicola domani. «Sembravo incapace di intendere e di volere. Mia moglie era preoccupata. Fissavo il muro, seduto sul mio divano. Volevo farla finita con il calcio. Ho detto: ‘Mollo tutto. Ragazzi, qui mi gioco la vità. Quando mi hanno comunicato che potevo tornare a giocare, ho pianto», dice l’attaccante del Milan.

«Non potrò mai dimenticare il ritorno in campo. Milan-Fiorentina, il mister Massimiliano Allegri mi dice: ‘Preparatì. Le gambe tremavano come mai era successo prima. Nemmeno quando ho esordito in serie A. Stavo ricominciando a vivere. Mi sentivo l’uomo più felice del mondo», racconta ancora. E riguardo all’impegno ai prossimi Europei, aggiunge: «Il mister Cesare Prandelli mi dato sempre la sua fiducia, non mi ha mai mollato. Ora ci aspettano i campionati europei ed io sono pronto. Speriamo di far bene». (Red-Spr/Zn/Adnkronos)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy