La sottosegretaria Zampa: “Il campionato va sospeso”. Poi il chiarimento

L’esponente del Pd: “I protocolli che abbiamo sottoscritto parlano chiaro, quando c’è un numero di positivi così alto non si può che fermare la Serie A”

di Redazione, @forzaroma

“I protocolli che abbiamo sottoscritto parlano chiaro, il campionato va sospeso”. Così a Radio Capital la sottosegretaria alla salute Sandra Zampa che ha commentato il caso Genoa, con 14 tesserati positivi ma che ha comunque partecipato alla trasferta di Napoli. “I protocolli che abbiamo sottoscritto parlano chiaro – continua l’esponente del Pd -. Quando c’è un numero di positivi così alto, non si può che fermare il campionato. I positivi non sono in grado di giocare, e possono contagiare altre persone. Il protocollo è stato sottoscritto anche dalla Federazione calcio. E nessuno al momento sta facendo pressioni su di noi”.

Poco dopo è arrivato il chiarimento: “Nel corso della mia intervista a Radio Capital ho detto che, in base al Protocollo sottoscritto dalla Figc, i giocatori positivi al Covid-19 non possono giocare fino a quando non risulteranno negativi al tampone. Questo non significa che la Serie A vada sospesa. Saranno poi la Figc e le società calcistiche a decidere sui destini del massimo campionato: se facendo recuperare partite alle squadre che non potranno giocare o mettendo in campo eventuali riserve”.

Poche ore fa il ministro dello Sport Spadafora aveva invece escluso già una possibile sospensione del campionato. L’orientamento della Lega e della Federcalcio sembra essere quello di rispettare la norma Uefa sull’obbligo di scendere in campo per chi ha 13 calciatori disponibili, cioè non contagiati (con almeno un portiere), una regola che costringerebbe il Genoa a giocare sabato con il Torino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy