Calcio, tempo di elezioni I piani di Figc e Leghe…

di Redazione, @forzaroma

(repubblica.it – SPY CALCIO F.Bianchi) Tempo di elezioni, nel mondo del pallone. Ecco piani e strategie. Figc: votazioni a febbraio o, al massimo, marzo 2013.

Le ultime voci danno per certo che Giancarlo Abete si ripresenterà (e, in questo caso, non avrebbe avversari), a meno che nei prossimi mesi riescano a convincerlo ad accettare una candidatura politica. Abete, lo ricordiamo, è stato un giovane deputato della Dc. Da “sistemare” adesso le quattro Leghe calcistiche, che dovrebbero andare alle urne verso fine anno, al massimo ai primi del 2013. La Lega di serie A dal marzo dell’anno scorso ha un presidente dimissionario, Maurizio Beretta.

I presidenti non sono stati in grado, e non lo sono nemmeno adesso, di nominare il suo erede. Prima devono risolvere il problema, non semplice, del sistema di governo: ora, con tutto il potere ad un’assemblea frammentata e litigiosa, non funziona. Di nomi ne sono stati fatti tanti, ultimamente: Carraro, Simonelli, Camiglieri, Cardinaletti, Albanese, eccetera. Di sicuro fra i presidenti gode di stima l’attuale n.1 della Lega di B, Andrea Abodi, manager appassionato, competente e che lavora a tempo pieno (cosa che non guasta). Potrebbe fare il grande salto? Chissà. In Lega Pro c’è un po’ di fibrillazione: l’attuale presidentissimo, Mario Macalli, ha intenzione di ricandidarsi. Ma a quel posto ambiva, e ambisce, anche Salvatore Lombardo, notaio di Marsala ed ex presidente dell’Aia.

Possibile una staffetta? Le trattative sono in corso. Lega Nazionale Dilettanti: in caso di uscita di Abete, per un percorso politico, ecco che Carlo Tavecchio si sarebbe subito fatto sotto per la presidenza della Figc. Ma se Abete resta al comando, Tavecchio verrà confermato alla LND, dove è stimatissimo, conservando anche la carica di vicario Figc.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy