Calcio in crisi, Le famiglie spendono sempre meno per il pallone

di Redazione, @forzaroma

Il mondo del calcio risente della crisi economica. I dati dimostrano che la gente ha meno da spendere e c’è una flessione di spesa da parte delle famiglie per il calcio. Questo è solo uno degli aspetti

che sarà illustrato domani alle ore 11.00, presso la sede dell’Abi a Palazzo Altieri, dall’edizione 2012 di ‘Report Calciò, il Rapporto annuale sul movimento calcistico italiano elaborata dal Centro Studi, Sviluppo e Iniziative speciali della Figc con la collaborazione dell’Agenzia di Ricerche e Legislazione (Arel) e PricewaterhouseCoopers. A un anno dalla prima edizione, nella quale era stato fotografato lo stato del calcio italiano attraverso un suo censimento statistico generale e un’ampia analisi economico-finanziaria sui bilanci dei club professionistici dalla Serie A alla Lega Pro, l’evoluzione del ‘Report Calciò 2012 si arricchisce di nuove sezioni dedicate all’impatto fiscale del calcio, ai suoi sistemi di ‘governancè, al calcio dilettantistico, oltre ad un benchmark internazionale svolto con la collaborazione della Uefa. Una iniziativa rivoluzionaria per l’Italia, dove si mettono insieme 3 soggetti diversi come, la federcalcio, e due soggetti come la Arel, fondata da Umberto Agnelli e Nino Andreatta, un istituto di studi economici legato alla casa editrice Il Mulino, e una società di certificazione, la PricewaterhouseCoopers.

 

(Adnkronos)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy