Bonaccini (Pres. Emilia-Romagna): “Riaprire gli stadi con il passaporto vaccinale”

Il governatore regionale lancia la proposta e ricorda: ”Mi sono sempre battuto per le riaperture in condizioni di sicurezza”

di Redazione, @forzaroma

Stefano Bonaccini guarda al futuro per quanto riguarda la questione del ritorno dei tifosi negli impianti. Il presidente dell’Emilia-Romagna – già impegnato sulla questione soprattutto in occasione dei gran premi di Imola e Misano della passata stagione – ha parlato su “È tv” sull’ipotesi di introduzione del passaporto vaccinale come condizione per permettere al pubblico di partecipare ai grandi eventi. Queste le sue dichiarazioni: “C’è chi propone il cosiddetto passaporto vaccinale: se dimostro che sono stato vaccinato posso entrare in quei luoghi dove anche se sono insieme ad altri nessuno rischia di contagiarsi. Sono tutte questioni che secondo me a breve dovremo discutere per dare una mano alla ripartenza di attività che oggi sono chiuse. Da marzo, se i vaccini arriveranno regolarmente, saremo in grado di triplicare o quadruplicare quanti ne vacciniamo ogni giorno. Credo che tra pochi mesi sarà possibile cominciare timidamente a tornare alla vita di prima. Mi auguro che presto si possa, a piccoli numeri, ricominciare a fare entrare. Mi sono battuto per la riapertura quando c’erano le condizioni di poterlo fare anche perché un impianto può essere uno dei luoghi più sicuri, tanto è vero che si contagiavano magari i giocatori tra loro, non coloro che guardavano la manifestazione sportiva, distanziati, all’aperto e con la mascherina“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy