Attentati Parigi, Malagò: “Il mondo dello sport deve andare avanti”

“Non è stato un attacco contro lo sport, è un attacco contro tutto, contro la società civile, le nostre abitudini e normalità” ha dichiarato il presidente del Coni

di Redazione, @forzaroma

Giovanni Malagò, presidente del Coni, questa mattina ha presenziato l’evento “Premio Facchetti” (vinto dall’allenatore del Bologna, Roberto Donadoni). Al termine della manifestazione, il numero uno dello sport italiano ha commentato i tragici eventi di Parigi:

L’Italia e il mondo dello sport hanno dato una bellissima risposta, non dobbiamo smettere di pensare e ricordare. La vita va avanti, il mondo dello sport deve andare avanti. Abbiamo la forza della comunicazione, dobbiamo metterla a disposizione per sensibilizzare gli animi. Non è stato un attacco contro lo sport, è un attacco contro tutto, contro la società civile, le nostre abitudini e normalità. L’indomani ho chiamato il mio collega del comitato olimpico francese per dimostrare la solidarietà di tutto il nostro Paese. Siamo in competizione sportiva per la candidatura olimpica del 2024 e ci incontreremo fra due giorni a Praga“. Il presidente del Coni ha poi svelato, come riporta l’Ansa, che gli attacchi terroristici sono stati effettuati: “Nell’arrondissement confinante con quello dove vive mia figlia“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy