Alfano (Ministro dell’Interno): “Ci sono cialtroni allo stadio non per vedere la partita ma per rovinare l’immagine del club”

di finconsadmin

«Calcio ancora sano nonostante presenza calcioscomesse e violenza? Io sono convinto che lo sport sia sano, che le tifoserie siano sane. Sono convinto che il campionato lo vinca il migliore. Noi siamo intervenuti con forza in tutti questi anni e penso che una botta forte sia stata data a coloro che hanno inquinato i valori sani dello sport»: così il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, al ‘Processo del Lunedi su Raisport1.

 

«Dire che sia debellato per sempre non è possibile – ha aggiunto – ed e per questo che siamo sempre vigili su ogni ulteriore tentativo di aggressione ai valori dello sport. Per quanto riguarda i tifosi, la mia idea è che non si possa generalizzare quando si parla di tifoserie violente o razziste. Ci sono delle persone che non vanno negli stadi per vedere le partite. Questi che io definirei ‘cialtronì, rovinano la partita e l’immagine delle società e saranno loro ad essere puniti, senza accusare un’intera curva. Prenderemo quelli che sono gli organizzatori di questo genere di devianza diseducativa».

 

«Se con la segmentazione e questa attenzione maggiore si potrà risolvere il problema razzismo? Noi questa la scelta della segmentazione l’abbiamo assunta insieme alle società – ha sottolineato il ministro dell’Interno – Segmentare per dare sicurezza senza togliere comfort, in modo da individuare con più facilità i responsabili e fa venir meno la cattiva abitudine di criminalizzare tutto e tutti generalizzando. Criminalizzare tutti non va bene e ripeto, bisogna prendere coloro che davvero offendono i valori dello sport«, ha concluso Alfano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy