Abete: “In bocca al lupo a Conte per il suo rientro. De Rossi? Io spero che superi i problemi”

di Redazione, @forzaroma

“Un in bocca al lupo a Conte che rientra in panchina? Certamente, al di la’ delle tante polemiche che ci sono state e che accompagnano il mondo del calcio, e le posizioni che Antonio Conte ha espresso e ha espresso la societa’, il giudizio e’ rimesso a chi giudica, e quindi agli organi di giustizia sportiva nella loro autonomia. Parliamo di un protagonista del mondo del calcio e il fatto che lui riprenda il suo posto in panchina e’ motivo, ovviamente, di soddisfazione per lui, per la societa’, e nel contempo e’ una dimensione naturale”. Lo ha detto il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete, parlando del ritorno in panchina del tecnico della Juventus, Antonio Conte, dopo la squalifica per il calcioscommesse.

 

“Conte ritrova la panchina in una squadra e in una societa’ che ha saputo gestire questo periodo in maniera positiva, visto che e’ prima in campionato ed ha acquisito il passaggio al turno successivo della Champions”, ha aggiunto il presidente della FIGC a margine della presentazione del torneo Karol Wojtyla.

“De Rossi? Io spero che superi i problemi. Ho seguito meno la vicenda perche’ abbiamo avuto l’esecutivo della UEFA e sono stato tre giorni all’estero. Ho visto che ci sono state delle situazioni che vengono un po’ rappresentate in modo dialettico, ma De Rossi e’ un patrimonio del calcio italiano e della societa’, e quindi penso che e’ una situazione che necessariamente debba trovare una soluzione positiva”.

 

Giancarlo Abete, presidente della FIGC si augura che il caso De Rossi alla Roma si risolva presto positivamente per il giocatore e la societa’ giallorossa. “Poi a livello sportivo ci possono essere dei momenti in cui si va con il vento in poppa e altri di maggiore difficolta’, dei momenti in cui ci sono feeling perfetti e altri in cui c’e’ una complessita’ anche in relazione a tante variabili che non sono tutte facilmente controllabili -aggiunge Abete in occasione della presentazione del torneo giovanile Karol Wojtyla-, pero’ questo e’ il mondo del calcio e non dobbiamo pensare che sia una cosa diversa da quello che e’, e’ fatto di tensioni, di emozioni, di momenti di gioia e di tristezza”

 

(adnkronos)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy