Zigoni: “Luis Enrique è il miglior allenatore che abbiamo in Italia”

di Redazione, @forzaroma

A Radio Sport 24 è intervenuto Gianfranco Zigoni, ex calciatore della Juventus e della Roma, che ha parlato di calcio a tutto tondo, anche se ormai segue poco la serie A: “Ora mi occupo dell’Avellino (dove gioca suo figlio Gianmarco, ndr), le grandi squadre non le guardo molto”.

 

Ma un personaggio come lui regala sempre degli spunti interessanti e divertenti, di certo mai banali. Si parla innanzitutto della Juventus, una delle sue ex squadre, e del silenzio stampa che ha iniziato in protesta contro gli arbitri: “Da un certo punto di vista sono d’accordo con Conte, perché secondo me stanno mancando un po’ di rispetto alla Juve. E’ un momento difficile, quando giocavo io la Juve non era fra le favorite, ma adesso è forte e credo sia un peccato se poi viene penalizzata”.

Suo figlio Gianmarco adesso gioca nell’Avellino, ma è di proprietà del Milan, e sarebbe bellissimo se potesse affermarsi con quei colori: “E’ logico che il Milan sia il sogno di ogni calciatore, lui vorrebbe affermarsi con la maglia rossonera, ora sta giocando all’Avellino e si trova molto bene, ma è naturale che l’obiettivo sia quello di tornare in rossonero e diventare grande con loro”.

Ha giocato nella Juventus, nel Verona e nella Roma, ma fra i suoi amori ne è rimasto uno in particolare: “Io tifo per la Roma, seguo con passione le partite dei giallorossi. Secondo me non dovrebbero mai lasciar andare via Luis Enrique, è il miglior allenatore che abbiamo adesso in Italia. Quando gioca la Roma mi diverto sempre, anche se perde, perché ha un gioco ambizioso e innovativo per il calcio italiano”.

Zigoni, simpatico guascone, si è paragonato spesso a Maradona e Pelè. In merito alla diatriba fra i due e sul paragone fra Messi e il Pibe de Oro ha le idee molto chiare: “Secondo me molto di ciò che si dicono è anche scena, per far scrivere qualcosa ai giornali. Io comunque stravedo per Diego, quello che faceva lui col pallone poteva farlo soltanto Dio. Anche Messi è ancora lontano da quel livello, penso che ne debba mangiare ancora tanta di pastasciutta prima di potersi paragonare a Maradona”.

Ma Messi è più forte di Zigoni? E chi è il suo erede attuale? Colui che è stato definito il George Best italiano regala un’altra perla: “Non scherziamo, Messi è un professionista impeccabile. Io bevevo, fumavo, non mi allenavo mai, ero un pazzo, e probabilmente lo sono ancora. Il nuovo Zigoni? Secondo me attualmente non esiste, io mi divertivo soltanto, ora non è più così. No, neanche Balotelli, lui è uno che gioca per i soldi, io non ci ho mai pensato”.

(radiosport24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy