Zeman lavora sul campo, Pallotta per il futuro

di Redazione, @forzaroma

(Ansa) – Uno lavora sul terreno di gioco per riportare in alto la squadra, l’altro si muove fuori dal campo per accelerare i tempi legati alla costruzione del nuovo stadio di proprieta’. Per Zdenek Zeman e James Pallotta la settimana che si chiudera’ con la gara all’Olimpico contro l’Atalanta sara’ ricca di impegni. Il tecnico boemo, dopo la debacle in casa della Juventus, si appresta a modificare alcuni uomini del suo 4-3-3.

 

In vista della partita contro i bergamaschi, che sara’ preceduta dalla cerimonia della ‘Hall Of Fame‘ giallorossa che celebrera’ le prime undici glorie del club, Zeman ha provato in allenamento a Trigoria una linea difensiva composta dal rientrante Piris a destra, dai brasiliani Castan e Marquinhos al centro, e da Balzaretti a sinistra. Se l’assetto domenica dovesse trovare conferma, l’escluso risulterebbe Burdisso, costretto ad accomodarsi in panchina assieme a Tachtsidis. Il greco, infatti, lascera’ il posto di regista davanti alla difesa a De Rossi, che al fianco avra’ da Florenzi e il rientrante Bradley.

 

Possibile poi la prima convocazione per Dodo’ che si e’ allenato col resto dei compagni, mentre Lobont, Romagnoli e Pjanic hanno svolto lavoro differenziato e salteranno la sfida. Dubbi riguardano poi l’attacco, dove in cinque si giocheranno le tre maglie da titolare. Totti e Osvaldo sono favoriti nel partire dal primo minuto, con quest’ultimo che ha negato seccamente qualsiasi tipo di remake del faccia a faccia andato in scena lo scorso anno con Lamela. ”E basta con questa storia che ho litigato con Lamela! Ma non e’ vero! Mo mi so rotto!” e’ stato lo sfogo di Osvaldo attraverso Twitter con cui ha voluto smentire le voci di un duro confronto in occasione della pesante sconfitta di Torino contro la Juventus.

 

Sconfitta che ovviamente non ha lasciato indifferente nemmeno James Pallotta, atterrato ieri nella Capitale e gia’ al lavoro per portare avanti il discorso legato al futuro impianto di proprieta’. Il presidente statunitense, oltre ad incontri istituzionali e sopralluoghi nelle possibili aree per lo stadio (in pole resta sempre la zona di Tor di Valle col terreno del costruttore Parnasi), sara’ impegnato domattina a Trigoria per il consiglio d’amministrazione del club in cui si discutera’ dell’approvazione del progetto di bilancio d’esercizio chiuso al 30 giugno 2012 (che dovrebbe chiudersi con perdite per circa 50 milioni di euro da ripianare assieme al socio Unicredit con la prima tranche dell’aumento di capitale).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy