Zaniolo, domani ultimo giorno di quarantena. Martedì visite a Villa Stuart e Trigoria

Il giallorosso può ricominciare ad allenarsi dopo aver lasciato alle spalle il coronavirus. Nelle prossime settimane a Roma è atteso Fink, il chirurgo che l’ha operato

di Redazione, @forzaroma

Il 2020 non è stato un anno fortunato per Nicolò Zaniolo. Contro la Juventus a gennaio la prima rottura del crociato e, quando sembrava tutto alle spalle, è arrivato lo stesso infortunio al ginocchio opposto. Precisamente il 7 settembre, quando il gioiellino giallorosso è stato schierato da Mancini in una gara contro l‘Olanda di Nations League. Da quel momento il numero 22 si è sottoposto a un altro intervento chirurgico, stavolta in Austria, e ha iniziato la riabilitazione. Proprio quando sarebbe dovuto tornare a correre a Trigoria, un altro stop: il coronavirus. 

Domani per Zaniolo sarà l’ultimo giorno di quarantena. Come deciso dal Governo, infatti, le persone che non presentano più sintomi possono interrompere l’isolamento dopo 21 giorni e così sarà per il giocatore. Da martedì potrà tornare a Trigoria (prima le visite a Villa Stuart) e riprendere la riabilitazione in attesa di un nuovo controllo con il dottor Fink. Qualora ci dovesse essere un parere positivo, inizierebbe il conto alla rovescia per il rientro in campo ad aprile.

Non solo tornare a giocare con i colori giallorossi: l’obiettivo di Zaniolo è partecipare agli Europei, slittati al 2021 per la pandemia. Un traguardo che non ha nascosto il suo agente Claudio Vigorelli, che ha definito il ritorno in Nazionale in tempo per la competizione come “un sogno“.

Il ritorno in campo sarebbe una boccata d’aria fresca per Zaniolo, che nell’ultimo periodo è stato al centro di molte critiche legate alla sua vita sentimentale, tra nuovi amori e figli in arrivo, tanto da fargli disattivare per qualche giorno i social. Ma ora il ragazzo ha capito la lezione e su Instagram pubblica solamente video e foto dei suoi allenamenti casalinghi. Tra i feed anche la sua apparizione a C’è Posta per te, registrata prima della positività al Covid: Nicolò ha supportato il giovane Alessandro, dimostrando ai tifosi di essere una persona di cuore .

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cpg35600 - 4 settimane fa

    Egregio Sig. Zaniolo, Lei è un fenomeno, ma in crescita, sotto tutti i punti di vista. Lasci stare i “social” e si comporti uniformemente verso la Sua famiglia.
    Alla Roma ed ai suoi tifosi dia quello che sa dare: faccia quello che sa fare!
    Pensi a sè stesso, senza remore e dia quei segni di professionalità che i suoi tifosi esigono da Lei. Con i migliori auguri da un’insegnante di Psicologia Sociale dell’Università di Genova che La segue con simpatia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy