Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Zalewski: “Possiamo passare il turno. Con Mourinho ho un rapporto normalissimo”

Le parole dell'esterno giallorosso al termine del match contro il Leicester

Redazione

Zalewski, autore di un'ottima prestazione questa sera, ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue parole:

ZALEWSKI A SKY

Sei andato molto bene contro una squadra inglese: ti promuovi?"Sì, ma promuovo tutta la squadra. Abbiamo fatto un'ottima partita, dobbiamo migliorare sotto alcuni punti di vista. Ora abbiamo una grande partita domenica, ma ce la metteremo tutta anche giovedì per passare il turno ma siamo consapevoli di potercela fare tranquillamente".

Quello che colpisce è che in Primavera facevi un altro ruolo: sei stupito da questa evoluzione in questo ruolo? "Diciamo di sì. Alcune volte ho delle imprecisioni in fase difensiva, ma sono contento di avere dei compagni così che mi danno sempre una parola di conforto quando succede una piccola sbavatura. In fase di possesso il mister mi chiede di fare le stesse cose che faccio quando gioco esterno alto, l'uno contro uno".

Stare spesso più basso vicino a Ibanez è una cosa che ti chiede il mister o ti capita in partita? Nel secondo tempo ti ho visto più basso e ovviamente fai più fatica a proporti."È una cosa che succede durante la partita, se magari il loro esterno è molto largo e Ibanez non ce la fa ad arrivare cerco di abbassarmi per dargli una mano. Io e Karsdorp dovevamo giocare come quinti oggi, alti in fasse di possesso cercando l'uno contro uno come mi chiede il mister in tutte le partite. E in fase difensiva quando il loro esterno è largo devo cercare di restare largo con lui e se lui si alza devo abbassarmi".

Dovresti legare Ibanez a te così quando sali tu sale anche lui e ti dà una mano."In teoria i movimenti dovrebbero essere quelli (ride, ndc)".

Hai avuto anche la possibilità di giocare con l'Italia. "Sì, c'è stata. Non è stata concretissima, ho saputo che ci sono stati degli interessamenti ma per rispetto della nazionale polacca e della mia famiglia ho sempre deciso di andare con la Polonia perché mi sento al 100% polacco".

Cosa ti dice Mourinho? "Un rapporto normalissimo allenatore-giocatore, niente di più".

Hai un modello? Magari Spinazzola?"Sì, sicuramente. Leonardo è un grande giocatore, ora lo posso ammirare con più facilità perché fa benissimo il quinto di centrocampo e ora che è tornato con noi cerco di rubargli qualcosa in ogni allenamento. Diciamo che Spinazzola può essere un mio idolo".