Wolfsberger, Struber: “Rispettiamo la Roma ma non la temiamo”. Liendl: “Vogliamo vincere”

Wolfsberger, Struber: “Rispettiamo la Roma ma non la temiamo”. Liendl: “Vogliamo vincere”

Le parole del tecnico degli austriaci in vista del match di Europa League contro la Roma

di Redazione, @forzaroma

Torna l’Europa League: domani alle 18.55 la Roma sfiderà il Wolfsberger nella seconda sfida del Gruppo J. Alla vigilia del match, il tecnico degli austriaci Gerhard Struber è intervenuto in conferenza stampa. Al suo fianco anche il trequartista Michael Liendl.

STRUBER IN CONFERENZA STAMPA

Cosa si aspetta dalla gara di domani?
Domani vorrei giocare come abbiamo fatto col Moenchengladbach. So che è una sfida particolare, i giocatori sono molto bravi, soprattutto col nuovo allenatore. Abbiamo una grande autostima.

Come sta la squadra? Ci sono infortunati?
Non ci sono infortunati, tutti sono a posto.

Cosa teme di più della Roma?
Non temo niente. Non vedo l’ora di giocare domani. Sarà una sfida, ma siamo fiduciosi. Abbiamo un grande rispetto della Roma, ma prevale soprattutto la gioia.

C’è stato un cambiamento nella testa dopo la vittoria con il Moenchengladbach?
Vogliamo giocare come abbiamo fatto con loro. Sarà importante avere un programma, può funzionare. I giocatori sono forti, col Gladbach hanno dimostrato che vincere è possibile. Per questo abbiamo autostima.

Avete un atteggiamento positivo, ma sentite il peso dell’impegno, il primo in casa, contro un avversario di prestigio come la Roma?
Non solo noi avremo responsabilità, ma anche la Roma. Domani dimostreremo che siamo professionisti abbastanza per avere autostima e per fare di tutto.

Domani sarete ancora così dominanti ed efficienti?
La chiave per una prestazione buona sarà l’efficienza.

Qual è la differenza tra il campionato e giocare competizioni come queste?
C’è differenza. Rispettiamo molto Edin Dzeko, non è cosa da ogni giorno giocare contro la Roma.

Avete studiato la Roma?
Mi auguro che ci siano tanti spettatori, e che ci sia un’energia positiva da tutta l’Austria. Ho visto dal vivo la Roma l’ultima volta nel 2018 contro il Milan. L’ho osservata bene, ho visto il loro stile di gioco e sono preparato.

Con quali sensazioni i giocatori della Roma devono giocare domani?
Nel passato alcuni austriaci hanno lasciato delle tracce nella Roma, tra cui Konsel. Vorremmo fare in modo che loro non possano sviluppare bene il proprio gioco.

LIENDL IN CONFERENZA STAMPA

Domani si gioca a Graz, una partita in casa per te che sei di lì.
Una gioia giocare a Graz, ma avrei preferito giocare a Klagenfurt. Qui però tutti i miei amici e la mia famiglia possono venire. La Roma è una squadra importante, ha un grande nome, ma domani faremo del nostro meglio per vincere.

C’è stato un cambiamento nella testa dopo la vittoria con il Moenchengladbach?
Abbiamo dimostrato sul campo che siamo capaci di giocare e di vincere. L’autostima è cresciuta, domani si può anche vincere.

Farete la rifinitura a Graz. Com’è andata?
Senz’altro è diverso allenarsi qui, qui è tutto più grande rispetto a Klagenfurt. La differenza sta anche nell’esperienza che abbiamo fatto, siamo in Europa League. C’è molta più gente che ci segue, c’è più interesse.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy