Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Vina gioca Juve-Roma in anticipo: stanotte sfida Cuadrado con il suo Uruguay

Getty Images

Andrà in scena stanotte la prima sfida tra il terzino giallorosso e l'esterno della Juventus, in attesa del 'ritorno' il 17 ottobre

Redazione

Matias Vina e il suo Uruguay sfideranno questa notte la Colombia di Juan Cuadrado.  La partita, valida per le qualificazioni ai Mondiali del 2022, è soltanto un anticipo della sfida che andrà in scena all'Allianz Stadium alla ripresa del campionato, tra due giocatori che hanno qualità molto simili. Vina è stato uno degli ultimi innesti in casa Roma, acquistato per sopperire alla lunga degenza di Leonardo Spinazzola.

Matias Vina titolare in Uruguay-Colombia: la sfida con Cuadrado anticipa Juve-Roma

L'uruguaiano scelto da Mourinho per le sue qualità di spinta, finora è riuscito a mostrare a corrente alternata ciò che può fare sulla fascia sinistra. Sicuramente, il passaggio dal campionato brasiliano a quello italiano ha inciso non poco sul giocatore, che sta ancora cercando la sua dimensione. La partita contro la Juventus potrebbe essere già il suo esame di maturità, dopo esser stato catapultato in una realtà sicuramente complicata come quella della nostra serie A. Con i suoi ventitrè anni, Vina sta crescendo lentamente, ma dovrà farlo ancora più in fretta perchè al rientro troverà davanti a lui uno dei più insidiosi tra gli esterni del campionato. Infatti, nonostante abbia superato i trenta, Cuadrado resta una vera e propria spina nel fianco per ogni difensore, tanto che spesso capita di non vedere spingere in maniera continua i suoi diretti avversari di fascia in fase offensiva, proprio per paura di un possibile contropiede. Per questo l'Allianz Stadium sarà il banco di prova migliore per capire a che punto della maturazione si trova l'uruguaiano.

Cuadrado è ormai da anni punto fermo della Juventus e veterano della serie A, dove gioca dal 2009. In più rispetto a Vina possiede esperienza e un equilibrio tattico che ha maturato negli anni, il che gli permette di essere incisivo tanto in fase difensiva quanto in quella offensiva. Negli ultimi incroci con la Roma, il numero 11 bianconero è sempre stato determinante, tanto in copertura quanto in zona assist, anche se per ora non è ancora riuscito a dare continuità alle meravigliose giocate degli anni passati. Sono infatti basse le percentuali di partecipazione ai gol di entrambi gli esterni, che ondeggiano al di sotto del 10 per cento: 6 Vina e 9 Cuadrado. Quello che emerge è però che né Mourinho né Allegri possono fare a meno di loro: in sette giornate di campionato, i minuti complessivi del romanista sono 428, quelli del bianconero 362. Quando schierato, Vina è stato in campo per tutta la partita, tranne le due occasioni in cui Mou non ha potuto inserirlo titolare a causa di un infortunio al ginocchio. Allegri solo due volte ha lasciato Cuadrado a guardare: nella partita contro il Napoli (persa 2-1) e nella vittoria thriller contro lo Spezia (3-2); per il resto, anche il colombiano ha la piena fiducia del tecnico livornese.

Entrambi i terzini saranno tra gli ultimi a tornare alla base, visto il lungo tragitto e il fuso orario con cui devono fare i conti. E bisognerà capire se Allegri inserirà Cuadrado dal primo minuto o se lo farà riposare come ha fatto con il Napoli. La Roma cercherà di andare a Torino con la sua formazione migliore, sperando di non perdere giocatori importanti durante questa pausa e provando a dare quel cambio di rotta che i tifosi si augurano, magari vincendo su un campo che da sempre è stregato per i giallorossi. L'unica vittoria risale all'anno passato, quando Fonseca vinse per 3-1 sul campo bianconero lanciando un terzino che adesso è in pianta stabile nelle gerarchie di Mou e dà il cambio a Vina in Conference League: Riccardo Calafiori. Magari come per il giovane ex canterano giallorosso, anche per l'uruguaiano potrà essere la partita della maturazione definitiva, sperando arrivi con la conquista dei tre punti.

 Getty Images

Gli stessi punti che nella sfida di questa notte la Colombia cercherà di portare a casa, dato il distacco minimo dal terzo posto che gli consentirebbe di superare proprio l'Uruguay. Le formazioni di Tabarez e Rueda sono ricche di giocatori che militano (o hanno militato) in serie A: Cavani, Zapata, Nandez, Bentancur, Ospina; e ovviamente i due esterni di Roma e Juventus. Cuadrado sarà uno dei giocatori chiave con le sue centoquattro presenze con la nazionale maggiore, a dispetto delle sole diciotto di Vina con l'Uruguay. Ma il terzino giallorosso ha ventitrè anni e una vita calcistica appena all'inizio, mentre lo juventino si appresta a tagliare il traguardo delle trentaquattro candeline. A Montevideo si preannuncia un duello interessante su quella fascia, uno di fronte all'altro, in attesa di vedere il replay nella sfida di campionato tra Juventus e Roma del prossimo 17 ottobre.

Simone Biondi