Villar: “Sono più maturo dell’anno scorso. Pedro sembra un ventenne” – FOTO – AUDIO

Il centrocampista di Murcia: “In Italia si gioca un calcio diverso, con ritmi molto alti”

di Redazione, @forzaroma

Gonzalo Villar domani sarà pronto a rispondere presente alla chiamata di Paulo Fonseca, nella sfida che aprirà l’Europa League giallorossa in trasferta allo Stade de Suisse, contro lo Young Boys. Solo 26 minuti in questa stagione per il centrocampista di Murcia, che però ha mostrato tutta la sua qualità negli scorci di partita finora disputati. Di seguito le dichiarazioni dello spagnolo nella conferenza stampa alla vigilia del match.

Ti abbiamo visto col Benevento, sei entrato bene in partita, pronto e reattivo: sembra il completamento di un percorso. Qual è stata la principale difficoltà nel passare dal calcio spagnolo a quello italiano?

“Penso che è un calcio diverso quello spagnolo rispetto a quello italiano, io stavo giocando nella Serie B spagnola. Magari è una questione di ritmo, qui si gioca a ritmi alti. E’ vero, in questa stagione mi sento più preparato piuttosto che in quella passata, dall’inizio mi sento bene e cerco di allenarmi nel miglior modo possibile. Mi sento meglio dello scorso anno”.

Avrai seguito la carriera di Pedro: stiamo vedendo un giocatore dominante. Da connazionale ti aspettavi il suo ritorno a questi livelli?

“Stiamo vedendo tutti il livello a cui sta giocando Pedro. Per noi e specialmente per me, che sono spagnolo come lui, è straordinario che lui sia arrivato qui. Ha già fatto due gol, è una cosa incredibile ma non è solo per i gol, sta giocando benissimo e non smette mai di correre: sembra un ventiduenne come me. Sta giocando tutte le partite perché sembra un giovane, è una cosa buona per noi. Il mio amico Carles Perez, ad esempio, ha di fronte un ottimo esempio per imparare e per ricevere tanti consigli su cosa fare e cosa non fare. E’ bello per noi avere in squadra uno come lui”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy