Villar, che gol con l’U21. In Spagna: “Chiamatelo Don Gonzalo, è un giocatore pazzesco”

Il centrocampista segna con un inserimento e un destro di prima da dentro l’area di rigore. Sui social è boom di apprezzamenti. “Speriamo di farlo presto con la Roma”

di Redazione, @forzaroma

Forse aveva ragione Villar quando si “lamentava” del compagno e amico Veretout: “Ogni tanto gli dico di alternarci negli inserimenti. Lui mi dice sì, ma poi in area ci va sempre lui”. Gonzalo ha segnato il gol del 2-0 della sua Spagna U21 nella prima partita del girone degli Europei di categoria contro la Slovenia. Il centrocampista, che indossa la prestigiosa maglia numero 10, al 54′ si è inserito in area di rigore e ha sfruttato il cross basso di Cucurella per battere con un destro al volo il portiere avversario. Con la Roma non è ancora arrivato il primo gol, ma dopo questo con la sua nazionale la voglia sarà sicuramente aumentata. E chissà che non possa arrivare da qui alla fine della stagione: “Speriamo di segnarne presto uno con la Roma”, ha scritto in serata su Twitter.

In Spagna intanto lo esaltano: “È un giocatore pazzesco, arriverà sicuramente in nazionale maggiore. E per favore, chiamatelo “Don Gonzalo” – dice un tifoso accostandolo a Iniesta, soprannominato Don Andrés – ha una qualità incredibile”.

Villar è stato poi protagonista anche del post partita e in conferenza stampa: “Sapevo che era una buona occasione per dimostrare la fiducia con cui sto giocando quest’anno – le sue parole -. Quando giochi in altri Paesi non sempre sei molto in mostra ed è stata una buona occasione per farlo.

Sabato c’è Spagna-Italia.
Ho compagni di squadra a Roma sia spagnoli che italiani, è un partita speciale per me.

Sulla vittoria con la Slovenia.
Bisogna tenere presente che ci sono giocatori che vengono da Paesi diversi e ci siamo allenati per una giornata e mezzo insieme, sapevamo che sarebbe stato difficile. Nella ripresa abbiamo capito meglio dove c’erano gli spazi e siamo riusciti a vincere.

La nazionale maggiore.
È il sogno e l’obiettivo di tutti noi che siamo nell’Under 21. Questa è una fase di passaggio e ovviamente l’obiettivo è quello di fare il salto.

Ora puoi farti notare anche dal calcio spagnolo.
Fino ad oggi ci sono molte persone in Spagna che non mi hanno visto giocare una sola partita, capisco che si possa non seguire la Roma, quindi considero quella di stasera un’opportunità per mostrare il mio calcio e la sicurezza con cui sto giocando. Ne sono molto felice.

Ora l’Italia.
Per me è molto speciale, è importante, ho letto che Tonali è stato espulso ed è un peccato perché non vedevo l’ora di cimentarmi in un duello con lui. È una partita speciale per me e per Brahim (Diaz, ndc). Bisogna riposarsi e pensare a sabato, manca davvero poco.

Si fanno paragoni illustri con te. 
È vero che quando un giocatore gioca una buona partita si cercano paragoni tendenzialmente esagerati. Non sono preoccupato, ho bisogno di riposare bene e godermi una stagione in cui le cose stanno andando molto bene. con il mio club e con la nazionale.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. noel - 2 settimane fa

    Bravo Gonzalo, ma gli chiedo: perche con la Roma non tiri mai in porta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy