Vigilia di derby, DiFra: “Liverpool off-limits, domani vale doppio”. Allarme Florenzi, out Perotti

Il numero 24 si è allenato a parte ma è convocato, al pari di Manolas. I Reds continuano a volare col 40esimo gol di Salah: per il ritorno all’Olimpico rebus biglietti. Stop per la Primavera: con la Samp è solo 2-2

di Francesco Iucca, @francescoiucca

Sta per concludersi una settimana dalle mille emozioni per la Roma, dal Barcellona al sorteggio con il Liverpool fino al derby che può rivelarsi davvero importante nella corsa alla Champions. Giornata di vigilia per i giallorossi, con la conferenza stampa di Eusebio Di Francesco: Come si gestisce l’euforia? Ben venga una partita come quella con Lazio, ma in campo va rimessa la stessa determinazione e cattiveria agonistica. La partita vale doppio. Su Dzeko: “Col Barcellona la sua miglior partita, ma deve giocare così contro ogni squadra. La partita di martedì deve far crescere la nostra mentalità, per affrontare tutte le squadre allo stesso modo”. Sul modulo: “Potremmo riproporre il 3-4-2-1, ma anche tornare al 4-3-3. Quello che mi interessa di più è l’atteggiamento e i principi di gioco”. Sulla Lazio, dopo la cocente eliminazione europea: “Nel derby non contano nulla queste situazioni, non saremo avvantaggiati. E’ una partita da prendere con le molle, sono una squadra rabbiosa“. Il match con il Liverpool: “Non ne ho parlato con la squadra. Prima abbiamo 3 partite importantissime, a iniziare dal derby. Ben venga questo sorteggio, non sarà facile ma siamo contentissimi“. 

QUI ROMA – I giallorossi sono poi scesi in campo nel pomeriggio per la rifinitura, che ha confermato l’allarme Florenzi: l’esterno infatti si è allenato a parte, così come Defrel e Perotti (loro non saranno della partita), e resta in dubbio. Buone notizie invece da Manolas, che si è allenato in gruppo. Sia il difensore greco che il numero 24 sono stati comunque inseriti nella lista dei convocati. In ogni caso Di Francesco dovrebbe confermare in blocco la squadra che compiuto l’impresa col Barcellona, al netto di due ballottaggi: Peres-Florenzi sulla destra e Schick-Under in avanti.

QUI LAZIO – Dopo la batosta di Europa League, tempo di conferenza stampa pre-derby anche per il Simone Inzaghi: “Domani partita importantissima dopo una profonda delusione, ma non c’è una favorita. Sono contento che ci sia una grande partita e sono sicuro che la squadra farà una prestazione di alto livello. Spero di recuperare tutti, ma al di là della formazione mi interessa lo spirito che deve essere vincente. La Roma di Di Francesco? Noi siamo pronti per ogni soluzione tattica. All’andata perdemmo 2-1 con un rigore e con un gol che regalammo noi in uscita. Fu una partita giocata alla pari. E’ fondamentale per la classifica ma siamo concentrati e ad agosto era impensabile trovarci con gli stessi punti di Roma e Inter. Probabilmente avremmo meritato qualche punto in più“. Ciro Immobile e Marco Parolo invece chiamano a raccolta i tifosi: “Bisogna ripartire a testa alta, insieme. Non bisogna buttare via il lavoro di 8 mesi. L’adrenalina prima del derby ti fa andare in campo con la carica al massimo. Sotto il punto di vista mentale è impossibile sbagliare, poi può accadere l’imponderabile in campo“.

VIGILIA DI DERBY – A poche ore dalla stracittadina sono ovviamente state stabilite le misure di sicurezza da adottare in un incontro andato in scena ieri tra il Questore di Roma Guido Marino, il dg della Roma Baldissoni e il presidente della Lazio Lotito: “Al centro, l’obiettivo comune di garantire una giornata all’insegna dello sport e della correttezza“. I tifosi non faranno mancare il loro appoggio neanche domani: sono infatti più di 15mila i biglietti acquistati dai sostenitori giallorossi. Sugli spalti dell’Olimpico domani sera ci sarà anche il patron James Pallotta, che partirà dalla capitale già lunedì per poi assistere all’andata della semifinale di Champions a Liverpool. “E’ un derby importante perché tutte e due le squadre stanno lottando per un posto in Champions. Di conseguenza, anche a livello emotivo, le due squadre sono nella stessa situazione”, l’analisi della stracittadina da parte di Paolo Maldini. La leggenda del Milan individua uno dei duelli più interessanti: “Alisson è il miglior portiere nel campionato italiano, mentre Immobile è uno dei migliori attaccanti. Sarà una sfida tutta da scoprire”.

PENSIERI REDS – Intanto però prosegue anche la vendita per i biglietti della gara di ritorno all’Olimpico contro la squadra di Klopp (che oggi ha battuto 3-0 il Bournemouth): sono già 8mila i tagliandi staccati per la supersfida del 2 maggio. Quest’oggi però si sono registrati dei problemi proprio a questo proposito, con la Roma che ha voluto chiarire la situazione con un comunicato: “A seguito del graduale esaurimento della disponibilità di posti riservati ai possessori di solo abbonamento campionato in Curva Sud, la prelazione per i suddetti potrà continuare a essere esercitata sui settori di Curva Nord o Distinti Sud Est. Resta invece attiva la prevendita riservata ai titolari di Abbonamento 3 gare UCL 17/18 con conferma del proprio posto”. Nel frattempo sono arrivate anche le reazioni dall’Inghilterra, in primis dai quotidiani. “Festeggiate come nel 1984“, il titolo del Times, con tanto di immagine di Alan Kennedy – l’ultimo rigorista dei Reds in quel 30 maggio – in primo piano. Il Guardian, invece, punta dritto sull’ex del match, Mohamed Salah, e sul titolo Tutte le strade portano a Roma. Testa al campionato invece per Dejan Lovren e Jordan Henderson: “Martedì è stato un momento grandioso per noi, ma ora è il passato e dobbiamo essere pronti per le battaglie in Premier League. Facciamo bene in questi incontri e poi speriamo di concentrarci sulla semifinale”. Carlo Verdone, dopo la partita col Barcellona “che mi ha lasciato sull’orlo dell’infarto“, ci crede: “Il Liverpool è la squadra più veloce d’Europa, ma ora non escludo niente. Piedi per terra ma dopo martedì le speranze aumentano come l’ottimismo”.

PRIMAVERA – Sabato amaro per i ragazzi di Alberto De Rossi, che restano fermi al palo: con la Sampdoria è solo 2-2. Giallorossi due volte in svantaggio, Valeau e Celar pareggiano i conti ma pesano i tre legni colpiti da Riccardi, Cargnelutti e Antonucci. “Avremmo meritato la vittoria, ma abbiamo fatto un passo indietro. C’era poco movimento, siamo stati troppo ottimisti, il commento dell’allenatore. Sul ritorno di Luca Pellegrini: L’ho visto benissimo a livello coordinativo, di corsa, nei ripiegamenti. Molto molto positivo”. Mastica amaro anche Cargnelutti: “Ultimamente stiamo prendendo troppi gol, dobbiamo concentrarci di più ed essere più cattivi. Questo punto ci fa molto male. Dopo la sosta del Viareggio ci manca qualcosa che avevamo trovato”.

LE ALTRE NEWS – E’ ancora incerta la presenza dal 1′ nel derby di Cengiz Under: il turco non è ancora al meglio, ma questi mesi del 2018 sono bastati per attirare le attenzioni di mezza Europa. Alcuni emissari del Manchester City, infatti, sarebbero stati a Roma questa settimana e avrebbero mostrato nuovo interesse per il talento turco. Contro la Lazio non ci sarà Diego Perotti, che però resta in corsa per un posto al Mondiale: secondi i media argentini il numero 8 giallorosso, insieme a Fazio, farà parte dei 35 preconvocati di Sampaoli per la Russia. Nel frattempo sono anche arrivati due daspo ai danni di due tifosi della Roma nell’ambito della partita di martedì contro il Barcellona. Infine torna a parlare l’ex attaccante romanista Fabio Borini, che può vantare anche un gol nel derby: A Roma si diceva che ero uno spacca spogliatoio, ma è una cosa sbagliata. Qui al Milan voglio dimostrare che posso stare in Italia, che da qui non sono scappato e che sono uno da Milan. E un po’ l’ho già dimostrato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy