Fonseca: “Dzeko sarà con noi a Verona. Smalling tornerà nei prossimi giorni” – AUDIO – FOTO – VIDEO

Il tecnico portoghese in conferenza stampa: “Non so chi sarà il centravanti domani. Kumbulla non è pronto per giocare dall’inizio”

di Redazione, @forzaroma

Torna la Serie A. Domani alle 20.45 la Roma scenderà in campo contro il Verona per la prima giornata di campionato: alla vigilia del match del Bentegodi parla in conferenza stampa il tecnico giallorosso Paulo Fonseca. Queste le sue dichiarazioni:

Nelle difficoltà dell’allenatore moderno si aggiunge anche quella di fare delle scelte a mercato aperto. Giocherà dal 1′ Kumbulla? Chi sarà il centravanti domani?
Per il centravanti vedremo domani. Kumbulla si è allenato con noi solo ieri e oggi, sarà della partita ma non è pronto per iniziare. Deve capire come giochiamo, è un modo diverso di giocare rispetto al Verona. Sono soddisfatto, mi sembra un ragazzo molto intelligente, ha capito ciò che gli ho detto.

Kumbulla può essere una prima indicazione sulla strategia di mercato dei nuovi proprietari? Lei disse: ‘Sono a Roma per vincere’. Con la politica dei giovani ci saranno anni di attesa: se la sente di sposare questo progetto?
Sì, sono d’accordo su questa linea di avere una squadra più giovane. Stiamo lavorando per acquistare giocatori giovani ma abbiamo qui anche alcuni con molta esperienza. Possiamo fare un mix con i più esperti. Questo progetto mi piace.

Domani avrà a sorpresa Karsdorp. Può diventare il terzino destro titolare o è solo una situazione d’emergenza in attesa del recupero di Bruno Peres?
Non è una soluzione d’emergenza, giocherà domani e rimarrà con noi per questa stagione. Abbiamo molta fiducia in lui, si è allenato bene questa settimana ed è pronto per aiutare la squadra.

Le è mai capitato in carriera di far giocare un calciatore a 48 ore dal suo arrivo. Se sì, com’è andata?
Non mi ricordo. Se non ho altri difensori centrali, Kumbulla può giocare. Dipende dalle situazioni, ma non è facile giocare subito per un calciatore appena arrivato, perché deve capire il nostro stile.

Quanto sarà difficile scegliere la formazione in vista dei tanti movimenti di mercato? Lei è soddisfatto di come si sta muovendo la società?
Non è un mercato facile, non abbiamo tanto tempo. Con il presidente e Fienga lavoriamo tutti insieme per trovare le soluzioni migliori. Manca qualche giocatore, dobbiamo risolvere qualcosa in uscita, ma sono soddisfatto.

Ha deciso di puntare su Pau Lopez o su Mirante?
Vediamo domani.

A prescindere dal modulo, al momento le coppie di esterni di difesa sono Karsdorp-Peres e Spinazzola-Calafiori. Sono combinazioni sufficienti per il Verona, squadra che utilizza molto le fasce per il suo gioco?
C’è anche Santon. Il Verona gioca molto sulle fasce, ma Karsdorp e Spinazzola, che giocheranno domani, sono pronti per giocare e possono aiutare la squadra.

Con l’arrivo di Milik e la partenza di Dzeko, la Roma si rinforza?
Dzeko sarà della partita, sta qui con noi. Non ha senso parlare di questo cambio.

Disse che avrebbe fatto di tutto Smalling, è ancora fiducioso su un suo rientro a Roma?
Sì, sono fiducioso. Stiamo lavorando per avere Smalling. Sono sempre in contatto con lui, ha voglia di tornare e noi vogliamo riaverlo. Penso che nei prossimi giorni possa tornare.

Sta iniziando la sua seconda stagione in Italia, contro un avversario che come l’Atalanta usa in marcatura l’orientamento forte sull’uomo. Quanto ha imparato dalla Serie A?
Molto. Il Verona, come l’Atalanta, gioca in modo particolare, dobbiamo adattarci perché è difficile fare il nostro gioco contro una squadra che marca a uomo per tutto il campo. Nella scorsa stagione abbiamo fatto due buone partite contro di loro. Sarà difficile, è una partita diversa dalle altre.

Domani giocherà a tre o a quattro in difesa?
Siamo pronti per giocare in entrambi i modi. Possiamo anche cominciare con un sistema e finire con un altro.

L’anno scorso, nelle due partite contro il Verona, la Roma fece meno possesso palla. Possiamo aspettarci una partita simile?
Ho visto squadre avere molte difficoltà nell’avere palla contro il Verona. Dobbiamo uscire veloci quando recuperiamo palla, loro sono molto forti nel riaggredire l’avversario dopo aver perso il pallone con marcature individuali. Sarà difficile fare quello che facciamo nelle altre partite.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy