Vergogna Roma: il Napoli domina e vince 2-0. La Champions si allontana – FOTO

Una doppietta di Mertens decide un match senza storia. Deludono ancora Dzeko e Pedro. Il quarto posto ora è distante cinque punti

di Valerio Salviani, @vale_salviani

La maledizione big match colpisce ancora la Roma, che perde l’ennesimo scontro diretto e vede scappare inesorabilmente il treno Champions. All’Olimpico vince il Napoli 2-0, grazie alla doppietta di Mertens nel primo tempo. La squadra di Gattuso domina totalmente i giallorossi nei primi 45’ e controlla il risultato nella ripresa, rischiando il giusto. Sbaglia formazione e schema tattico Fonseca, che soccombe un’altra volta contro il tecnico degli azzurri (tre sconfitte su tre incontri). Pedro e Dzeko deludono ancora. L’obiettivo Champions ora passa dalla cruna di un ago. Arriva la sosta, che si porta dietro dubbi e malumori.

Napoli padrone, Mertens fa doppietta: al primo tempo è 0-2

La sorpresa di Fonseca è l’inserimento di Pedro dal primo minuto. Ne fa le spese Villar, che si accomoda in panchina. Al fianco di Diawara c’è Pellegrini. Il Napoli conferma l’undici ipotizzato alla vigilia, Maksimovic vince il ballottaggio con l’ex Manolas. I primi quindici minuti di partita svelano i piani tattici dei due tecnici. La Roma si snatura e lascia il pallino del gioco al Napoli. La squadra di Gattuso prende bene l’iniziativa e domina nella prima parte di match. I giallorossi si difendono e non riescono mai a ripartire. Al 5’ Insigne aggancia in area, salta Karsdorp e calcia fuori. Al 17’ la Roma riesce ad aprirsi, Dzeko arriva al tiro con il sinistro ma non angola. È l’unico squillo dei padroni di casa, che sembrano completamente in balia degli avversari, come successo nel match d’andata.

Al 27’ il Napoli capitalizza la superiorità e passa in vantaggio. Ibanez atterra Insigne al limite dell’area, la punizione la batte Mertens che calcia sul palo di Pau Lopez e batte il portiere spagnolo. Decisamente colpevole il numero 13 romanista, che non riesce a coprire la sua zona di competenza. Il belga si conferma bestia nera della Roma e al 34’ trova la doppietta personale. Politano riceve in area, appoggia di testa al compagno che sfrutta il passaggio a vuoto di Ibanez e mette in porta un gol facile facile. Roma annichilita, Napoli in vantaggio di due reti con merito. Dzeko e i suoi provano a reagire e sfiorano il gol dell’1-2 con Cristante. Il numero 4 tira al volo e trova l’angolo, ma è bravo Ospina a opporsi. È l’unica vera occasione della squadra di Fonseca, che chiude il primo tempo sul 2-0.

Palo di Pellegrini e poco altro: la Roma perde un altro big match

La Roma va vicina al gol 30’’ dopo l’avvio del secondo tempo. Spinazzola sfrutta lo spazio sulla corsia di sinistra, crossa in mezzo e trova l’inserimento di Pellegrini, che di testa da buona posizione non riesce ad angolare. Para Ospina. I giallorossi entrano forte in campo alla ricerca del gol. Baricentro alto e velocità nel giro palla, la Roma è un’altra squadra e ci si chiede dove fosse per tutto il primo tempo. Al 58’ Pedro ha l’occasione per colpire, ma il suo sinistro al volo è largamente sopra la traversa. Al 60’ ci prova Pellegrini da fuori area, Ospina è battuto ma il suo destro si stampa sul palo. Al 66’ Fonseca decide di cambiare e manda dentro Perez, Mayoral e Villar. Fuori Dzeko (problema al flessore), Pedro e Diawara.

La Roma continua a fare la partita, ma non riesce mai a trovare la soluzione decisiva per accorciare. Il Napoli controlla senza affanni e vede il traguardo avvicinarsi. Entrano bene Villar e Perez, che danno vivacità all’attacco. I minuti però scorrono inesorabili e le speranze degli uomini di Fonseca si spengono. Il finale si avvicina senza emozioni. La Roma vede materializzarsi ancora una volta il suo destino e mette sul taccuino l’ennesima sconfitta in un big match. Con il quarto posto distante cinque punti, il senso della stagione si sposta con forza verso l’Europa League. Dopo la sosta il ci sarà il Sassuolo, con la speranza di recuperare Smalling, Veretout e Mkhitaryan, oggi mancati terribilmente.

 

Il tabellino di Roma-Napoli 0-2

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Pellegrini (83′ Kumbulla), Diawara (67′ Villar), Spinazzola; Pedro (67′ Perez), El Shaarawy; Dzeko (67′ Mayoral).
A disp.: Mirante, Fuzato, Santon, Reynolds, Fazio, Calafiori, Pastore.
All.: Paulo Fonseca

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Hysaj, Maksimovic (86′ Manolas), Koulibaly, Mario Rui; Demme, Fabian Ruiz; Politano (73′ Lozano), Zielinski (73′ Elmas), Insigne (86′ Bakayoko); Mertens (66′ Osimhen).
A disp.: Meret, Contini, Cioffi, Zedadka, Costanzo.
All.: Gennaro Gattuso

Arbitro: Di Bello
Assistenti: Peretti – Paganessi
IV Uomo: Ayroldi
Var: Di Paolo
AVar: Cecconi

Marcatori: 26′, 34′ Merteens

NOTE Ammoniti: 26′ Ibanez, 46′ Mancini, 49′ Zielinski, 59′ Diawara, 63′ El Shaarawy, 78′ Koulibaly, 85′ Villar, 91′ Osimhen

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. It - 4 settimane fa

    Va sostituito l’allenatore
    Distrugge i giocatori senza costruire nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. It - 4 settimane fa

    Non pensate che Fonseca abbia rovinato Dzeko
    Un giocatore della sua struttura fisica più gioca più rende altrimenti si rompe subito
    Il carattere e la presunzione di questo allenatore sono la rovina di questa stagione

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy