Ventura: “Sarebbe stato assurdo perdere questa gara”

Le parole del tecnico granata al termine del match tra Torino e Roma

di Redazione, @forzaroma

Al termine del match pareggiato tra Torino e Roma per 1 a 1, è intervenuto ai microfoni dei giornalisti il tecnico granata, Giampaolo Ventura.

VENTURA A PREMIUM

Il rigore?
Intanto vorrei vederlo e poi dico quello che ripeto sempre: io parlo sempre della partita. Stavamo perdendo una gara in maniera immeritata, la Roma ha tirato in porta solo con Dzeko al ’90. Abbiamo avuto una miriade di situazione sbagliando l’ultimo passaggio e avevamo di fronte la Roma che rimane la seconda squadra in Italia. Per l’ennesima volta abbiamo recuperato il risultato e abbiamo giocato da squadra con il cuore Toro. La Roma ha segnato su un cross innocuo che avrebbe ucciso, appunto, un toro, ma non è successo; poi se il rigore c’era o no questo lascia il tempo che trova. I commenti a fine gara contano poco.

Avete avuto un grande ordine tattico?
Si ritengo che dal punto di vista tattico abbiamo fatto una gara importante. Non gli abbiamo concesso nulla e a palla conquistata abbiamo avuto delle praterie con Aquah e Bruno Peres dove c’è mancato l’ultimo passaggio. Non so quali siano le difficoltà della Roma e non entro nel merito, ma rimane una squadra con giocatori molto forti e non gli abbiamo concesso neanche un tiro in porta. Le caratteristiche di Iago Falque e Iturbe sono diverse da quelle delle nostre punte, ma loro sono più portati al uno contro uno. Abbiamo sbagliato la scelta dell’ultimo passaggio però quello che era importante per noi era confrontarci sul piano tattico con una squadra che aveva bisogno di fare il risultato a tutti i costi: il fatto di non aver concesso nulla ci gratifica. Faccio un in bocca al lupo di cuore alla Roma per la Champions perché abbiamo bisogno di italiane in Champions.

Belotti?
Sono contento. Ha lavorato per la squadra, ha preso il rigore. Ha solo sbagliato all’ultimo minuto del primo tempo su un contropiede 4 contro 4, ma nel complesso sono ampiamente soddisfatto. Ha 22 anni e ha grandi margini di crescita.

VENTURA A SKY

Risultato arrivato per una serie di casualità, ma il pareggio è giusto.
Sì, direi di sì, sarebbe stato drammatico perdere una partita senza subire un tiro in porta, mi sembra che il primo tiro l’abbia fatto Dzeko al 72’ se di tiro si può parlare. Sarebbe stato ingiusto perdere. Avevamo di fronte una squadra con giocatori di assoluta qualità, il fatto di non avergli concesso assolutamente niente ma di aver letto tutte le situazioni è sinonimo di ulteriore crescita di questa squadra. Andare sotto a pochi minuti dalla fine per un gol del genere… dopo aver fatto una buona partita è uscito il vecchio cuore granata, non abbiamo mollato fino all’ultimo. Il pareggio credo sia il risultato più giusto, è colpa nostra se per 6/7 volte in cui abbiamo creato situazioni favorevoli abbiamo fatto la scelta sbagliata.

Giocate benissimo la transizione ma spesso fate errori là davanti facendo la scelta sbagliata. Da cosa dipende?
Ci vuole tempo. Siamo partiti per fare la transizione e ci abbiamo messo un po’ di tempo, adesso siamo arrivati vicino all’area di rigore con una certa facilità, ora il passaggio successivo è finalizzare questo lavoro che stiamo facendo. Abbiamo avuto 8/9 volte la possibilità di mandare l’uomo al tiro, è tanta roba. Quando ho detto che il risultato è giusto è perché noi avendo fatto questi errori non avremmo meritato di vincere, senza questi errori forse avrei detto che avremmo meritato di vincere noi. Al di là degli episodi, credo che sia stata da parte nostra una buona partita con una buona lettura.

Molte di queste transizioni sono nate da questa voglia della Roma di pressare molto alta, specie nel primo tempo. Ti aspettavi questo atteggiamento?
Direi di sì, noi non sapevamo chi poteva giocare nella Roma, era tutto nascosto. Le ultime 3 partite contro di noi la Roma le ha fatte sempre così. Noi eravamo assolutamente preparati per uscire, quando l’abbiamo fatto l’abbiamo fatto anche bene.Bruno Peres è un giocatore di assoluta qualità, quando saltava l’uomo si aprivano voragini. Poi palla a loro non abbiamo concesso niente, sotto questo aspetto devo dire bravi ai miei giocatori.

Il rigore c’è o no?
Io non commento perché è impossibile commentare con queste immagini, voglio sentire i commenti di ognuno. Sono contento che abbia fischiato rigore (ride, ndR), però ci sono 4 persone in mezzo cm quadrato, è impossibile capire obiettivamente, a velocità naturale è difficile.

Oggi 193 panchine granata, hai raggiunto Radice. Che sensazione è?
E’ un momento importante per me, ma ancora più importante è domenica prossima quando diventerò l’allenatore più longevo sulla panchina del Torino. Sono orgoglioso di questo e lo dico con grande umiltà. Radice ha fatto altri tempi ed altri risultati, spero che tra qualche anno si ricordino di me con lo stesso affetto.

Un commento su Maxi Lopez che dice di non farcela più a stare in panchina?
Ho un messaggio per lui: sono 4 mesi che ti sto aspettando, se per caso acceleri mi farebbe anche piacere (ride, ndR). Siamo sulla stessa lunghezza d’onda.

Baselli come sta?
Ha preso una botta, niente di che. Ha giocato più in questi 4 mesi che in tutta la sua vita. Niente di grave spero.

VENTURA IN CONFERENZA STAMPA

Credo la Roma abbia un organico di assoluto spessore e qualità, uno dei due o tre più forti della A. Momento particolare per loro, ma sono andata in ritiro e sono arrivati con la voglia di fare partita importante. Noi l’abbiamo fatta, non concedendo nulla. Il loro primo tiro vero con Dzeko all’89’ su palla persa di Vives, sarebbe stato ingiusto perdere. Fino al loro gol, che non era manco un tiro… fino a quel momento ero contento della squadra, poi s’è visto il cuore Toro, siamo stati premiati. Se devo scendere nei dettagli tanto sono contento perché non abbiamo concesso nulla alla Roma, però tanto abbiamo fatto errori incredibili nella scelta dell’ultimo passaggio e dell’uomo su cui giocare. Il risultato è giusto, avremmo potuto e dovuto fare meglio. È una crescita di squadra, oggi abbiamo giocato con personalità. Ci venivano a prendere alti, abbiamo giocato con personalità. La Roma crea situazioni, entra coi centrocampisti ma oggi non le abbiamo concesso nulla di tutto questo. Grande lettura, grande applicazione da parte nostra e ne vado fiero. Spero l’infortunio di Baselli non sia grave. Ci manca un salto di qualità, penso a Bruno Peres che fa tutto il campo e poi non vede Molinaro che tagliava l’area. Ci facciamo il mazzo per arrivare in area, poi dobbiamo concretizzare.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. antijuve - 5 anni fa

    FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy