Venditti: “Squadra incompleta, servono i terzini. Sono fiducioso per questa stagione”

“I giocatori che dovevano venire a gennaio sono arrivati adesso e ora siamo in ritardo con una sessione di mercato, quella in cui bisognava rinforzare il reparto difensivo”

di Redazione, @forzaroma

E’ intervenuto ai microfoni dell’emittente radiofonica “Centro Suono Sport”, durante la trasmissione “Te la do io Tokio”, il cantautore e tifoso giallorosso Antonello Venditti: 

“Siamo solo alla prima di campionato, non gettiamo tutto all’aria. Abbiamo visto un primo tempo bellissimo di Roma-Siviglia, dove abbiamo pensato che non potesse essere quella la vera Roma, non una squadra che va a vincere ogni partita 5 a 0. In quella squadra c’era Maicon, importantissimo per la spinta. La Roma è ancora incompleta, come tutte le altre squadre. Sono risultati casuali, come la Juventus che ha provato a vincere e poi ha perso. Le squadra più piccole si sono rinforzate. Il Verona ad esempio ha giocato una partita perfetta, uomo su uomo. La Roma a differenza del match con il Siviglia andava piano piano. E’ sbagliato l’atteggiamento, dovevano essere più offensivi e vincere quella partita. Florenzi ha fatto il gol, ma in quella posizione è sempre precario. Torosidis a me piace moltissimo ma se al suo posto c’era un sinistro la palla del gol subìto si poteva prendere. Noi abbiamo dei giocatori fuori ruolo, è quello il problema della Roma. Il problema sono i due esterni bassi, e credo andrebbe preso un centrocampista. Se si infortuna qualcuno chi ci metti in mezzo al campo? Strootman è infortunato, Totti per il momento non lo fa giocare…  Non riesco a capire il gioco delle parti, i giocatori che dovevano venire a gennaio sono arrivati adesso, e ora siamo in ritardo con una sessione di mercato, quella volta a prendere i giocatori difensivi. Ci serve sicuro un altro centrale difensivo e due esterni. Zappacosta è andato al Torino, non all’Inter o al Milan. Sabatini lo ha visto giocare, perché non lo ha preso? Il centrale del Catania non posso immaginare come sia, Rudiger è bravo ma è infortunato. Gervinho e Salah insieme non possono giocare, altrimenti chi crossa la palla per Dzeko? Falque invece è perfetto per il bosniaco, crossa in mezzo e copre anche in difesa. Il problema della Roma è che Iturbe si è perso, non ha capito che deve acquisire una mentalità vincente. Ha lo stesso problema di Lamela, non guarda nessuno e va a sbattere ai giocatori avversari. Il modulo conta fino a un certo punto, Garcia deve mettere gli attaccanti anche a coprire. Cole l’anno scorso contro il Bayern scalava dietro, aspettando Gervinho. L’ivoriano però non tornava mai e Cole si è preso tutte le colpe. La Roma ha i giocatori, deve però avere la forza di imporre il gioco e segnare. Ma a Verona questo è successo, sono stato sfortunati e hanno trovato un portiere davanti molto bravo. Salah serve sicuramente Gervinho nelle partite contro squadre chiuse. Totti dobbiamo provare a farlo giocare insieme a Dzeko, per fargli arrivare più palloni. Sono molto tranquillo per la squadra. A sinistra basterebbe De Ceglie, la Roma è talmente forte che andrebbe bene. Non capisco però perché abbiamo problemi sempre negli stessi ruoli”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy