Under: “Voglio fare più gol e aiutare la Roma ad arrivare nelle prime due” – VIDEO

L’esterno giallorosso: “Sono triste per non aver giocato il Mondiale, ma ho tempo. Di Francesco è stato sempre vicino a me, mi ha dato fiducia

di Redazione, @forzaroma

Giornata di ritiro atipica per i giocatori della Roma, che questa mattina si sono sottoposti ai Mapei Test e nel pomeriggio svolgeranno prettamente del lavoro in palestra. Proprio a pochi minuti dalla seduta pomeridiana, Cengiz Under è intervenuto ai microfoni di Roma Tv.

Come va questo ritiro?
Siamo un po’ stanchi, ci siamo impegnando ma è necessario per avere un buon risultato. Quindi continuiamo così.

Cosa hai fatto nelle vacanze? Hai seguito il Mondiale?
Sognavo di andare ai Mondiali e sono triste per non averlo potuto fare. Mi dispiace anche per l’Italia. Nel futuro voglio realizzare questo sogno, ho seguito solo alcune partite. Ho 20 anni però, ho tempo ancora.

Hai fatto una grande seconda parte di stagione.
E’ stato un onore essere elettto il miglior giovane del campionato. Ho fatto solo 8 gol quest’anno e vorrei farne ancora di più migliorandomi.

Dopo Verona hai trascinato la squadra.
Fino a quella partita non avevo mai segnato e nelle interviste precedenti avevo detto che dopo il primo gol tutto il resto sarebbe venuto. Infatti ho fatto altri gol e sono orgoglioso.

Sei più forte di Salah col destro, ma chi è più veloce tra voi due?
Questo paragone è difficile, lui è un giocatore fortissimo. Ha fatto il suo compito al meglio e poi è andato via, io spero di prendere il suo posto e di continuare a migliorare. Però fare un paragone… Chi è più veloce? Io sono molto veloce, ma penso lo sia più lui.

Il tuo gol migliore.
Il gol che è stato più bello per me a livello psicologico è quello al Verona, poi quello con lo Shakhtar in Champions.

Il tuo rapporto con Di Francesco.
E’ stato sempre accanto a me ed è stato molto importante per me e per la mia fiducia.

Hai giocato con Emre: cosa ti ha detto del campionato italiano?
Mi sento molto fortunato ad aver giocato con lui, mi ha aiutato molto e mi ha chiamato spesso dandomi molti suggerimenti anche a livello di alimentazione e di modalità di allenamento. Ci sentiamo ancora spesso. E’ un grande giocatore. E’ il più grande giocatore turco della storia.

Dei nuovi chi ti ha impressionato di più?
Sarebbe ingiusto dire un nome. Sono dieci giocatori che hanno meritato di venire qui e sono sicuro che daranno il massimo per la Roma. Sono arrivati giocatori giovani, poi Pastore è stato in grandi squadre ed è un giocatore incredibile.

La maglia numero 17 ha un motivo in particolare?
Sono diventato un giocatore professionista con questo numero e da quel momento l’ho sempre indossato. Penso che mi porti fortuna, ho fatto bene con questo numero.

Gli obiettivi per la prossima stagione? Sia a livello personale che di squadra.
Vogliamo arrivare almeno al secondo posto in Serie A. Purtroppo siamo arrivati terzi, quest’anno vogliamo migliorarci e arrivare tra i primi due, io spero di avere un ruolo importante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy