“Rendiamo onore a chi sta lottando negli ospedali”: la Roma raccoglie testimonianze da tutto il mondo

“Rendiamo onore a chi sta lottando negli ospedali”: la Roma raccoglie testimonianze da tutto il mondo

Il club giallorosso ha dato il via a una nuova iniziativa social, invitando i suoi followers a raccontare storie da tutti i Paesi

di Redazione, @forzaroma

Almeno 18 medici sono morti di Covid-19 in Italia. In tutto il mondo, oltre 40 membri di personale medico hanno perso la vita durante il trattamento di pazienti con coronavirus. Dall’Italia all’Iran, questa settimana la Roma inizierà a onorare il coraggioso personale medico che lavora in prima linea ogni giorno”. Con questo tweet il club giallorosso ha dato il via a una nuova iniziativa social che vuole far conoscere al mondo intero i nomi di chi ha dato la propria vita negli ospedali per sconfiggere il virus: i primi sono i medici italiani Giuseppe Finzi e Marcello Natali, il francese Jean-Jacques Razafindranazy e l’infermiera iraniana Narjes khanali Zadeh. 

Poi in un altro tweet ha invitato i followers a segnalare le storie di medici e infermieri che stanno lottando per battere il virus: “Ovunque tu sia, se hai un parente, un amico, un collega o una persona che ami che combattono in prima linea durante questa crisi vorremmo omaggiarli per quanto fanno. Inviaci una loro foto, rispondendo al tweet, con un DM o via email a work@asroma.it e raccontaci la loro storia”. 

Questa è solo l’ultima di tante iniziative che hanno visto coinvolta la Roma dall’arrivo del coronavirus in Italia: nei giorni scorsi è iniziata la distribuzione di mascherine e altro materiale utile agli ospedali della capitale. I calciatori hanno poi donato un giorno del loro stipendio permettendo alla raccolta fondi per lo Spallanzani di arrivare a oltre 450 mila euro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy