Europa League, la Uefa mette sotto inchiesta Ljajic ed il Feyenoord

L’attaccante giallorosso è accusato di atteggiamento provocatorio ai danni dei tifosi del Feyenoord, mentre il club olandese è sotto inchiesta per il comportamento razzista dei suoi supporter

di finconsadmin

La Uefa a seguito della gara di Europa League giocata a Rotterdam tra Feyenoord e Roma vinta dai giallorossi per 2 a 1, ha deciso di aprire un’inchiesta contro la squadra olandese e Adem Ljajic. La partita è stata sospesa per 15′ minuti a causa del lancio di oggetti, tra i quali una banana gonfiabile verso Gervinho, per questo l’organizzazione ha deciso di aprire un’inchiesta contro il Feyenoord per comportamenti razzisti. Anche Adem Ljajic è sotto inchiesta dalla Uefa per atteggiamento provocatorio ai danni dei tifosi del Feyenoord.

In particolare, sia l’arbitro nel suo rapporto che il delegato hanno riferito della banana di plastica gonfiabile scagliata dagli spalti in direzione di Gervinho e raccolta dal quarto uomo. Il Feyenoord, che sarà sanzionato con una pena che verrà annunciata il prossimo 19 marzo, dovrà rispondere anche del lancio di oggetti in campo, sempre da parte dei tifosi, e delle carenze organizzative all’interno del suo stadio in occasione del match.
Ma sotto inchiesta, ha precisato l’Uefa, è anche il romanista Adem Ljajic, per il “comportamento provocatorio nei confronti dei supporter avversari” avuto dopo aver segnato la prima rete della partita di Rotterdam. Eventuali sanzioni a suo carico verranno rese note mercoledì, in quanto la Roma sarà poi impegnata il 12 e il 19 contro la Fiorentina nella doppia sfida degli ottavi.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy