Trattativa Doni, nei prossimi giorni possibile un incontro tra l'agente e i Reds

di finconsadmin

(di Tommaso Gregorio Cavallaro) Sabatini è alla prese con i tentennamenti di Luis “Lucho” Enrique, che non ha ancora rispedito al mittente – con relative firme in clace – il contratto che lo legherà alla Roma per i prossimi due anni.

Nell’attesa di poter annunciare “Habemus Allenatorem”, dalle parti di Trigoria si stanno industriando per mettere in piedi la rosa per la prossima stagione. Non solo per quanto riguarda gli acquisti, ma anche per quel che concerne la vendita dei giocatori considerati fuori progetto. Uno di questi è l’ex numero 12 della Selecao, Doni. Il portiere, infatti, sembra essere ormai in procinto di lasciare la squadra giallorossa, di cui è stato titolare inamovibile per cinque delle sei stagioni di militanza. La sua futura destinazione sembrava potesse essere il Galatasaray, ma la trattativa è abortita sul nascere sia per la scarsa convinzione da parte del giocatore nel trasferirsi in riva al Bosforo che per la scelta da parte della dirigenza del club turco di puntare su altri obiettivi dall’ingaggio meno lauto, vedasi il laziale Muslera.

Chi, invece, pare essere seriamente interessato al cartellino di Doni, è il Liverpool. I Reds, secondo quanto risulta alla nostra redazione, si sono messi direttamente in contatto con il management giallorosso, che si è subito mostrato disponibile a sedersi al tavolo delle trattative. Sabatini&Co hanno avvisato immediatamente l’agente del calciatore, Ovidio Colucci, che rimane però in attesa di parlare direttamente con la dirigenza del club inglese. Il contatto tra l’entourage del portiere e la coppia Comolli Daglish, rispettivamente Director of Football e Manager dei Reds, potrebbe avvenire nella prossima settimana, anche se è fondamentale che prima si mettano d’accordo le due società. Non dovrebbe avere problemi, in ogni caso, il Liverpool a garantire lo stesso stipendio – 2,5 mln l’anno – che Doni percepisce dalla Roma, con cui ha ancora un anno di contratto. Le basi, quindi,per concludere felicemente l’affare ci sono tutte, bisogna solo avere un po’ di pazienza fanno sapere le parti interessate; diciamo una ventina di giorni.

Doniéber Alexander Marangon potrebbe, quindi, finire in Inghilterra. Non, però, sulle rive del Tamigi, che bagna Londra dove hanno sede  West Ham e del Fulham che se lo contesero lo scorso anno, ma su quelle della Mersey, che placidamente scorre nella città dei Beatles.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy