Tournée Roma, Pallotta: “N’Zonzi è una bestia. Suso? Non spenderemo soldi a caso”

Tournée Roma, Pallotta: “N’Zonzi è una bestia. Suso? Non spenderemo soldi a caso”

Il patron giallorosso ha salutato i giocatori e il tecnico Di Francesco a poche ore dalla sfida dell’International Champions Cup contro il Barcellona: “Suso? Non andremo a spendere un sacco di soldi giusto per spenderli”

di Redazione, @forzaroma

DALLAS – Il presidente della Roma James Pallotta ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti presenti a Dallas, dove tra poche ore la squadra giallorossa affronterà il Barcellona per la seconda gara dell’International Champions Cup.

Malcom? Ne ho già parlato, si è trattato di una cosa poco etica. Se il presidente del Barcellona ha parlato con Monchi? Ci ho parlato. Sulla carta questa è la migliore squadra che abbiamo mai avuto, almeno sulla carta. Siamo migliorati in alcuni ruoli. Schick è tornato, Karsdorp pure, Pellegrini e Under hanno un anno di esperienza in più, con Pastore, Marcano, Cristante, Kluivert… Abbiamo ancora cose da fare. L’ala? Non ne abbiamo bisogno. Nel caso di Malcom avevamo trovato una buona occasione, ci piaceva, era un’opportunità”.

Kluivert e Under sono sufficienti sulla destra?Ci sono El Shaarawy e Perotti, anche Schick e Florenzi possono giocare in diversi ruoli. La differenza è che quest’anno c’è molta più struttura/organizzazione per i ragazzi, l’anno scorso non abbiamo segnato tutti i gol che avremmo dovuto fare. Non credo che fossimo così organizzati davanti. Non sarei sorpreso se segnassimo molto di più“.

El Shaarawy e Perotti solo per la fascia sinistra? “Possono anche giocare a destra. Siamo contenti di quello che abbiamo ora. Se vedremo delle occasioni, le prenderemo. Non dobbiamo farlo per forza. Malcom era soltanto un’opportunità, quello che è successo è una m*rda. Suso è un’opportunità? No, perché? Non andremo a spendere un sacco di soldi giusto per spenderli. È una cosa che non ha senso. Non dobbiamo andare e comprare per forza un’ala destra“.

È vero che N’Zonzi troppo vecchio per voi? “No, non credo sia una questione di età. Credo sia una questione di costi, ingaggio o se vuole venire o meno. È un mix di cose. È una bestia. Un problema di età? Se ci fosse un problema, riguarderebbe il fatto se vuole venire, quanto vuole essere pagato, qual è il costo del suo cartellino. Ha 29 anni, credo ne faccia 30 a dicembre. È in buona forma, non siamo preoccupati sotto quel punto di vista“.

È la stagione giusta per vincere il primo trofeo? “Abbiamo una buona squadra, vedremo. Dovremo giocare nel modo in cui penso che questa squadra possa giocare. Ronaldo alla Juve? È un giocatore fantastico, ma credo che il campionato italiano sia molto più complicato di quello spagnolo quando si affrontano squadre dalla quinta alla 20esima. Vai a Cagliari, a Bergamo… credo sia molto più difficile del campionato spagnolo”.

SALUTO ALLA SQUADRA – Dopo il lungo vertice di mercato di ieri il presidente James Pallotta quest’oggi ha voluto incontrare la Roma direttamente nell’hotel che ospita la squadra a Dallas. Il patron giallorosso ha salutato i giocatori e il tecnico Di Francesco a poche ore dalla sfida dell’International Champions Cup contro il Barcellona di Ernesto Valverde. Insieme a Pallotta anche il diesse Monchi e il direttore generale Baldissoni, con i quali ieri ha avuto studiato le ultime strategie per quanto riguarda il mercato in entrata.

Principale tema di discussione Steven N’Zonzi: il francese ha alzato le richieste del suo stipendio, arrivando a una cifra vicina ai 4,5 milioni di euro a stagione. La dirigenza giallorossa sta riflettendo se continuare o meno la negoziazione, anche in virtù dell’età del giocatore che il prossimo 15 dicembre compirà 30 anni.

Ha collaborato Melania Giovannetti

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy