Champions, la Roma è in seconda fascia. Pallotta: “N’Zonzi una bestia, Suso solo se un’opportunità”

I giallorossi ringraziano il Paok, che elimina il Basilea e regala un’urna più favorevole. Nella notte battuto 4-2 il Barcellona, Di Francesco: “Cresciuti nella ripresa. Mercato? Monchi non dorme, ma non voglio trenta giocatori”. La squadra raggiunge Bostonn, Castan rescinde e va al Vasco da Gama

di Redazione, @forzaroma

Anche i tifosi più scettici non si nascondono più. “La Roma è diventata la bestia nera del Barcellona”, dice qualcuno. Dopo la clamorosa rimonta nei quarti di finale di Champions, i giallorossi si ripetono e nella meno prestigiosa International Champions Cup nella notte battono 4-2 la squadra di Valverde.
E nella prossima edizione della Champions League, nei gironi Roma e Barcellona potrebbero incontrarsi di nuovo. I giallorossi, però, stavolta partiranno dalla seconda fascia: grazie al 3-0 del Paok Salonicco sul Basilea, i giallorossi si sono assicurati un sorteggio più benevolo rispetto agli ultimi.
Negli Usa però è sempre caldo il tema mercato: N’Zonzi resta in cima alla lista dei desideri, per l’esterno destro spuntano i nomi di Thorgan Hazard e Promes.

BIS – El Shaarawy, Florenzi, Cristante e Perotti. Sono loro a firmare i quattro gol con i quali la Roma batte il Barcellona di Malcom, anche lui autore di un gol. Di Francesco apprezza la crescita dei suoi: “Nel primo tempo abbiamo sofferto il loro palleggio, poi siamo cresciuti. Malcom? Se l’ha preso il Barcellona vuol dire che ci avevamo visto bene. Ma sono contento dei miei”. I giallorossi sono partiti alle 18.30 italiane per Boston, dove sono arrivati intorno alle 21.35 e dove si alleneranno fino a lunedì. Poi il nuovo volo per il New Jersey e l’ultima amichevole contro il Real Madrid.

MERCATO – Poco prima del match amichevole contro il Barcellona, James Pallotta ha parlato di mercato e della squadra che sta nascendo: “Malcom? Ne ho già parlato, si è trattato di una cosa poco etica. Se il presidente del Barcellona ha parlato con Monchi? Ci ho parlato. Sulla carta questa è la migliore squadra che abbiamo mai avuto, almeno sulla carta. Siamo migliorati in alcuni ruoli. Schick è tornato, Karsdorp pure, Pellegrini e Under hanno un anno di esperienza in più, con Pastore, Marcano, Cristante, Kluivert… Abbiamo ancora cose da fare. L’ala? Non ne abbiamo bisogno. Nel caso di Malcom avevamo trovato una buona occasione, ci piaceva, era un’opportunità”.
Intanto se da una parte la Roma e il Siviglia cercano di accordarsi per la trattativa su Steven N’Zonzi, dall’altra si sfidano per accaparrarsi il cartellino di Thorgan Hazard. Il giocatore classe ’93 fratello di Eden, in forza al Borussia Mönchengladbach, è legato al club tedesco fino al 2020 e viene valutato sui 20 milioni circa.
Intanto Leandro Castan saluta la Roma: dopo la rescissione del contratto andrà al Vasco da Gama.

STADIO –  Dopo l’inchiesta ‘Rinascimento’ che ha rallentato l’iter, con il rischio di dover dire addio al progetto di Tor di Valle, dal Campidoglio si sono mossi incaricando il Politecnico di Torino di effettuare uno studio sui flussi di traffico nel quadrante dove sorgerà l’impianto. Di questo e altro ha parlato il sindaco Virginia Raggi a Teleradiostero: “Possiamo dire che l’Amministrazione intende andare avanti. Tutta la vicenda, però, richiede ulteriori approfondimenti. Abbiamo avviato procedimenti sull’iter per poter andare avanti. Sullo studio del Politecnico di Torino? Io ho chiesto che si cercasse un soggetto terzo per ulteriori verifiche. Ci sono delle ipotesi, ma questo non è stato ancora identificato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy