Totti: “Non avrei mai smesso, mezz’ora potrei ancora giocare. E quanto mi mancano le partite”

Totti: “Non avrei mai smesso, mezz’ora potrei ancora giocare. E quanto mi mancano le partite”

L’ex capitano durante Celebrity Hunted: “Quando lasci il calcio ti devi reinventare, fare il dirigente è completamente diverso”

di Redazione, @forzaroma

“Te posso dì la mia, mezz’ora ancora ce sto. Io non avrei mai smesso”. Parola di Francesco Totti, che in macchina con Marco Di Vaio, ora team manager al Bologna, ha raccontato quanto gli manchi il calcio. Lo scenario è quello della fuga durante Celebrity Hunted, il reality di Amazon in cui l’ex capitano della Roma è stato uno dei concorrenti e protagonisti. Totti durante il viaggio con l’amico ed ex attaccante si è lasciato andare: “Però l’età era quella giusta per smettere. Quello che mi manca di più sono le partite. Poi ti devi reinventare, devi iniziare da capo. È totalmente diverso fare il dirigente e fare il calciatore”.

Totti, che nel corso della fuga cercava un appoggio a Genova, ha coinvolto anche Antonio Cassano. Il suggerimento del barese? Andare dal cugino Nicola e poi a mangiare da mamma Giovanna, visto che lui era impegnato nel corso a Coverciano. Totti lo ascolta e raccoglie il consiglio. A tavola mangeranno ovviamente orecchiette come si fa a Bari vecchia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy