Totti, da Malagò a Proietti, l’omaggio al Capitano della Roma

Il simbolo di Roma e della Roma la prossima settimana festeggerà i 38 anni

di finconsadmin

Il simbolo di Roma e della Roma compie 38 anni, la maggior parte dei quali trascorsi a fare magie in campo con la maglia giallorossa, con la quale ha collezionato 709 presenze e 290 reti in tutte le competizioni dal campionato alla Champions League, dalla Coppa Italia alla Coppa Uefa. Sono i numeri di Francesco Totti, un campione immenso con una grande storia alle spalle e tanti obiettivi ancora da raggiungere con la squadra di cui è anche il primo tifoso. “Auguri a Totti? Avrò la fortuna di farglieli di persona perché sabato 27 settembre festeggeremo insieme, dopo la partita di campionato contro il Verona -dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò all’Adnkronos-. Che dire di più di lui, è un campione assoluto, simbolo della Roma che meriterebbe il pallone d’Oro alla carriera”. Oltre al numero uno dello sport italiano un altro concittadino illustre gli augura buon compleanno. “L’augurio a Francesco Totti è automatico, ma si tratta di un augurio reciproco, per tutti noi tifosi, che continui così e che abbia davanti altre stagioni come questa”, auspica l’attore Gigi Proietti. “Totti rappresenta molto più di una squadra, rappresenta una città e un esempio per i giovani -prosegue-. Vedere una persona così attaccata alla maglia è un esempio. C’è poi la grande professionalità, basti pensare alla forma, anche in relazione al ruolo: non è un portiere o un difensore ma un attaccante. Gli auguro ogni bene nella sua vita privata e anche per noi, egoisticamente, che continui ad essere il grande Totti che conosciamo”.

“Francesco Totti? Un campione unico e umile. Una persona eccezionale. Gli faccio i migliori auguri per il suo compleanno”. E’ l’omaggio di Giacinto Miggiano, direttore del Centro ricerche nutrizione umana dell’università Cattolica-Policlinico Gemelli di Roma, in occasione del 38esimo compleanno del fuoriclasse giallorosso nato il 27 settembre 1976. Miggiano lo conosce bene. Quando nel 2011 Totti ha avuto bisogno di perdere qualche chilo si è infatti rivolto proprio a Miggiano. “Un paziente encomiabile, umile e motivato”, è il ricordo del nutrizionista che spiega così la longevità sportiva del capitano della Roma: “Totti – sottolinea Miggiano – cura molto l’aspetto salutistico. Conduce una vita sana ed è attento all’alimentazione. Insomma, un atleta che si sa amministrare”. La longevità sportiva di Totti ha però un’altra radice: “Lo stile di vita è importante – conclude Miggiano – ma un buon 40% dipende dalla genetica”. Insomma, geni da fuoriclasse per il 10 giallorosso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy