Torres, il sogno irrealizzabile. Verso il Novara: Pjanic stop precauzionale. E Longarini punta la Roma

di Redazione, @forzaroma

(di Valerio Valeri) Domenica alle 12.30 arriva il Novara, Totti sarà disponibile come anche Osvaldo e Pjanic.

Il centravanti italo-argentino e il centrocampista bosniaco potranno scendere in campo contro i piemontesi, entrambi avevano accusato problemi muscolari, tanto che il numero 16 oggi ha lasciato l’allenamento anzitempo, ma solo a scopo precauzionale, come spiegato in un comunicato ufficiale dalla società. Luis Enrique ha provato Daniele De Rossi come centrale difensivo, vista la squalifica di Gabriel Heinze e gli infortuni di Juan, Cassetti e Burdisso.
Nel Novara, preoccupazione per l’Airone Caracciolo, che si è fermato oggi per un risentimento muscolare. Lavoro a parte per Marianini e Ludi, sicuro assente Rigoni per squalifica. Samir Ujkani, portiere alla corte di Tesser, intervenendo a Rete Sport ha svelato in che modo cercheranno di far male alla Roma. “Noi andiamo forte nel finale di gara, dove solitamente i giallorossi calano. La nostra aspettativa è restare in A, abbiamo pagato dazio dopo la promozione”.
Per chi ama i dati e le statistiche, la Roma in collaborazione con Panini Digital ha pubblicato alcune curiosità sulle due formazioni a confronto: Pjanic è il miglior assistman (7), Rigoni – che non ci sarà – quello che vede di più la porta (71 tiri), Borini e Osvaldo i bomber (9 reti), la Roma tiene palla mediamente per il 59% del gioco, il Novara per il 41.
Ma oggi si è parlato anche moltissimo di calciomercato e futuro societario. Iniziamo dalle voci che vedrebbero l’imprenditore Longarini interessato a rilevare le azioni di proprietà di UniCredit. L’attuale presidente della Ternana ha smentito, ma secondo il giornalista de Il Sole 24 Ore, Simone Filippetti, l’operazione sarebbe nell’aria e coinvolgrebbe il figlio. “Longarini padre è coinvolto in questioni che vedono le azioni della Ternana congelate dal Tribunale – ha detto a Centro Suono Sport – . Comunque UniCredit vuole alleggerire se non dismettere totalmente la sua partecipazione nella Roma, quindi la cosa è fattibile”
Il rumor principale per il mercato è quello relativo ad un interessamento di Walter Sabatini e Franco Baldini per Fernando Torres, attaccante del Chelsea, autore di due sole reti in 24 presenze quest’anno coi Blues. Nonostante sia costato ad Abramovich oltre 50 milioni di sterline e ne percepisca ben 9 all’anno, con ancora 4 anni di contratto, da qualcuno viene indicato come il colpaccio in canna della coppia dirigenziale giallorossa. Il procuratore, Antonio Sanz, intervistato da PagineRomaniste.com, ha fatto chiarezza. “Conosciamo il progetto di gioco di Luis Enrique e quello societario degli americani – ha ammesso – , conosciamo la serie A e il suo livello. Ma non ci sono discorsi in piedi, né con la Roma né con la Juventus. Chiunque voglia Fernando deve parlare col Chelsea”
Gianluca Di Marzio, esperto di mercato e telecronista Sky, sul suo sito ufficiale ha spiegato che per Lucas Ocampo, mediano offensivo classe ’94 in forza al River Plate, la Roma avrebbe una corsia preferenziale dopo l’operazione Lamela. Valore di base 15 milioni, un po’ troppo, ma la cifra potrebbe essere limata in corso di trattativa. Pietro Leonardi, direttore sportivo del Parma, a Radio Radio ha parlato di Fabio Borini. “Su di lui la Roma non ha diritto di riscatto, è al 50% con noi, ma lui sta bene lì e se la Roma lo ritiene all’altezza può tenerselo. La priorità sono loro e noi oltre alla sua volontà”
Anticipazioni del nuovo numero della rivista “La Roma”. Oltre al ricordo di Agostino DiBartolomei di cui parla anche Francesco Totti, una divertente intervista ai giovani Federico Viviani e Giammario Piscitella e alcune dichiarazioni di Marco Boglione, numero di Kappa. “La nuova maglia della Roma sarà tradizionale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy