Con il Torino Garcia ha gli uomini contati, out anche Florenzi e Holebas. Ma dopo la pausa tornano almeno in quattro

Otto indisponibili contro il Torino. Ma la Roma stringe i denti per chiudere con tre punti, da collezionare in casa, questa parentesi di stagione prima della prossima pausa

di Guendalina Galdi, @Guend4lina_G

Basta Bayern Monaco. Passate l’andata ed il ritorno la Roma non ha più da preoccuparsi dello squadrone tedesco e per il passaggio agli ottavi di finale di Champions sarà più decisiva la trasferta a porte chiuse di Mosca dell’ultima in casa contro il Manchester City. Questo il responso dalla trasferta tedesca, e del match dell’Etihad che ha visto trionfare a sorpresa i moscoviti, ma dall’Allianz la Roma non solo ha incassato altri due gol dalla formazione di Guardiola, bensì ha visto compiersi altri due infortuni: quello di Alessandro Florenzi e Josè Holebas. Entrambi salteranno la partita di campionato in programma domenica prossima contro il Torino, il primo a causa di un trauma distorsivo alla caviglia destra, il secondo invece per un forte trauma contusivo all’emitorace sinistro. Gli esami strumentali svolti oggi all’interno del centro tecnico di Trigoria, hanno evidenziato che Florenzi, fortunatamente, non ha alcuna frattura ossea ma si esclude un recupero così veloce da consentirgli di disputare la gara dell’Olimpico distante solo tre giorni. Stesso discorso per Holebas che ha disputato solo un tempo all’Allianz Arena ed è poi stato sostituito da Ashley Cole ad inizio ripresa. Proprio il terzino inglese, che viene ancora dichiarato come possibile partente già a gennaio ( e con al suo posto l’ipotesi Adriano ), prenderà il posto del collega di ruolo Holebas contro i granata di Ventura. Oggi è iniziata a Trigoria la preparazione in vista di questa gara: l’allenamento si è svolto in palestra per tutti coloro che ieri hanno giocato contro il Bayern Monaco ( per loro lavoro di scarico ), mentre il resto del gruppo dopo il consueto riscaldamento ha effettuato una partitella a campo ridotto. Assente Maicon, Strootman invece ha lavorato insieme ai compagni e con il pallone, e Castan infine si è dedicato ad un lavoro differenziato con il pallone.

Contro il Torino la Roma avrà otto elementi indisponibili, salvo recuperi lampo: Balzaretti, Castan, Astori, Maicon, Holebas, Strootman, Florenzi e Borriello. A denti stretti, con gli uomini contati e con diverse scelte di formazione obbligate la Roma dunque si avvia verso l’ultima partita di quest’altra parentesi di campionato, ultimo sforzo in cui collezionare tre punti prima dello stop. Dopo il Torino infatti sarà di nuovo messo in pausa il campionato, per lasciare spazio alle nazionali: Gervinho è stato convocato dalla sua Costa d’Avorio e Yanga-Mbiwa è stato confermato da Deschamps e si aggregherà alla nazionale francese.

 

PAUSA DI CAMPIONATO PER RECUPERARE INFORTUNATI – Meno male che la pausa c’è. Lo stop di campionato sarà utile alla Roma di Rudi Garcia su due fronti: da un lato per concedere di tirare il fiato a quei giocatori che hanno fatto gli straordinari ultimamente giocando tutte le partite in calendario ogni tre o quattro giorni, dall’altro per far proseguire, e portare a termine, i recuperi degli infortunati in dirittura d’arrivo. Almeno quattro, dunque magari siano di più, degli otto probabili indisponibili contro il Torino, però torneranno alla ripresa del campionato. Leandro Castan tiene tifosi e followers informati sulle sue condizioni ed oggi, via Twitter, ha rassicurato: “Manca poco” al suo rientro in campo che è molto probabile coincida con la trasferta della Roma a Bergamo, in programma il prossimo 22 novembre. Quest’ultima sarà la data del ritorno di Davide Astori, così Garcia avrà di nuovo a disposizione tutti e quattro i suoi centrali di difesa riproponendo una sana alternanza con la ormai usurata coppia Manolas-Mapou. Anche gli infortunati ‘recenti’ Florenzi e Holebas, vista l’entità dei rispettivi acciacchi, faranno ritorno in quel di Bergamo; infine la situazione di Maicon, alle prese ancora con l’infiammazione al ginocchio, continua ad essere monitorata giorno dopo giorno, ed è certo che Torosidis non è dotato di pile inesauribili. Il ritorno più atteso però resta quello di Kevin Strootman. L’olandese, assente dai campi da circa otto mesi, è vicino al rientro: la stampa olandese, forse troppo ottimista, lo vedeva già a disposizione per il Torino, ma invece domenica potrà essere impiegato da Alberto De Rossi nella sua Primavera nella gara di campionato contro il Latina. Comunque un grande passo che lo avvicina al ritorno in campionato e certamente in Champions League. Che sia Bergamo o, come aveva pronosticato Garcia il 10 dicembre all’Olimpico per l’ultima uscita della fase a gironi di Champions, i tifosi scalpitano e non vedono l’ora di rivedere in campo la maglia numero 6.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy